Novak Djokovic: "Non è giusto come mi hanno trattato. Alcaraz? E' il numero uno"

Il tennista serbo è tornato a parlare del comportamento che hanno avuto alcuni suoi colleghi

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Novak Djokovic: "Non è giusto come mi hanno trattato. Alcaraz? E' il numero uno"

Nonostante i diversi tornei che ha dovuto saltare per via del suo status di non vaccinato come gli Australian Open, Indian Wells, Miami, Canada, Cincinnati e Us Open, non è stato affatto un 2022 da buttare per Novak Djokovic.

Il campione serbo ha messo in bacheca il ventunesimo slam della carriera a Wimbledon battendo in finale Nick Kyrgios in quattro set. Inoltre ha messo in cassaforte il Masters 1000 numero 38 vincendo gli Internazionali d’Italia mentre nel mese di ottobre, nel giro di una settimana, si è aggiudicato prima il 250 di Tel Aviv e poi il 500 di Astana.

Adesso il serbo proverà a concludere la stagione cercando di sollevare il Paris Masters per la settima volta e le Finals per la sesta. Intanto Novak Djokovic, in un’intervista riportata dal media serbo Sportal ha parlato proprio del suo 2022 che è stato come dicevamo altalenante per via del fatto di non essere vaccinato al Covid-19 "È stato un anno molto interessante e particolare” -debutta l’ex numero uno al mondo- “Cerco sempre di trarre il meglio da ogni esperienza, fa parte del mio carattere e del mio approccio alla vita.

So che tutto quello che è successo in Australia e il modo in cui la gente mi ha trattato non mi è sembrato giusto ed è qualcosa che non ho mai sperimentato in vita mia. Mi ha aiutato a imparare alcune lezioni preziose, lezioni su me stesso, sulla vita e su come dovrei andare avanti in questo mondo, specialmente nell'ecosistema del tennis".

Tra chi si è comportato male e parole di elogio su Carlos Alcaraz

Il campione nativo di Belgrado si è lamentato del trattamento ricevuto da alcune persone nel corso di questa annata tennistica "Sono cadute molte maschere, per così dire; durante questo processo, è stato interessante per me osservare il modo in cui alcune persone si sono comportate con me quest'anno.

Continuo ad andare avanti, sono motivato e ispirato. Amo questo sport, amo dare il massimo a ogni allenamento perché ogni giorno è diverso e c'è sempre un'emozione, un'incognita, una sfida. I giovani stanno crescendo, hanno fame di successo, quindi anche questo mi dà una motivazione in più".

Djokovic ha parlato anche dell’attuale numero uno della classifica mondiale Atp Carlos Alcaraz "Alcaraz è il numero uno al mondo, è il migliore. Non c'è altro da aggiungere, le classifiche lo dimostrano.

È un dato di fatto che ho giocato meno, i punti di Wimbledon non contavano, forse sarebbe stato diverso in circostanze diverse, ma siamo sul campo delle ipotesi. È quello che è, ha assolutamente meritato di essere dov'è.

Mi congratulo con lui per il successo che ha ottenuto. Penso che sia fantastico per il tennis che un ragazzo così giovane raggiunga così tanti risultati storici, perché porta molta attenzione al nostro sport e tutti ne traggono beneficio. Sono sicuro che Nadal cercherà di detronizzarlo fino alla fine dell'anno, ha una possibilità”.

Novak Djokovic Alcaraz
SHARE