"Ho vissuto...": Novak Djokovic spiega l'origine della sua forza mentale



by   |  LETTURE 4166

"Ho vissuto...": Novak Djokovic spiega l'origine della sua forza mentale

Novak Djokovic è pronto a sfidare il croato Marin Cilic per conquistare il titolo dell'Atp 250 di Tel Aviv. In conferenza stampa il serbo ha voluto spiegare l'origine, secondo lui, della grande forza mentale che lo ha accompagnato in questi anni nel circuito Atp: "Penso che abbia molto a che fare con l'ambiente in cui sono cresciuto.

Come ho detto prima, sono cresciuto negli anni '90 in Serbia, con guerre, sanzioni e tempi difficili da vivere. I miei genitori hanno sofferto molto solo per poter mangiare. Sono stato fortunato ad appartenere a questo sport, che non è economico.

Mi sono innamorato del tennis e i miei genitori mi hanno aiutato, anche se per loro è stato estremamente difficile. Si apprezza tanto questo tipo di vita, sapendo cosa si prova a non avere niente. Questo ti dà la prospettiva di rispettare tutto ciò che avviene con un atteggiamento più positivo e umile" ha dichiarato.

Nole presto in campo

Il nativo di Belgrado ha anche sottolineato come abbia gestito la tensione del secondo set: "A questo livello ci sono momenti nel gioco in cui non ti senti così a tuo agio e ti senti frustrato, a volte mostrando le tue emozioni.

Personalmente è quello che è successo. Sono contento di come sono tornato, quando ho ritrovato l'equilibrio mentale ottimale per dare il livello di tennis necessario per vincere la partita. La frustrazione è stata anche dovuta alla sua buona prestazione nel secondo parziale e per aver lasciato andare le mie possibilità all'inizio di quel secondo set.

Sono felice di aver vinto la semifinale” ha aggiunto. Sulla finale con Cilic: "Ogni vittoria aiuta. Negli ultimi tre mesi non ho giocato nessun torneo. Wimbledon è stato l'ultimo, quindi è molto importante vincere più partite possibile per il mio livello di fiducia e mentale.

Sono venuto qui con l'intenzione di giocare quattro partite di singolare ed è quello che farò" ha concluso.