"Non è mai facile": Djokovic analizza la vittoria contro l'amico Pospisil

Djokovic continua a vincere. Anche se contro l'amico Pospisil ha bisogno di faticare

by Perri Giorgio
SHARE
"Non è mai facile": Djokovic analizza la vittoria contro l'amico Pospisil

Una partita dai mille significati per Novak Djokovic, a caccia di punti buoni in ottica Finals a Tel Aviv. Dopo il brutale successo ai danni di Pablo Andujar - condito comunque da un game da 25 minuti - il fenomeno serbo annota sul taccuino delle vittime anche Vasek Pospisil, uno dei migliori amici nel tour come ha sempre affermato.

Djokovic, vittoria contro l'amico Pospisil e semifinale a Tel Aviv "Una grande partita, una grande lotta, una grande atmosfera. Vasek è uno dei miei migliori amici nel circuito, ci conosciamo da anni e ovviamente non è mai affrontare un avversario del genere.

Il livello è stato molto alto quindi non posso che complimentarmi con lui. In generale penso sia bello rivederlo qui dopo tutti gli infortuni che ha avuto nei prossimi anni, spero possa godersi questo ultimi senza problemi perché se lo merita davvero" ha detto Djokovic.

"Di solito non penso agli head to head durante la partita. Neanche alle statistiche. Diciamo che la partita sarebbe potuta andare in tutti i modi, soprattutto il primo set. Sono stato fortunato sul set point abbia giocato una seconda di servizio e sia riuscito a entrare con la risposta" Djokovic si è goduto il calore del pubblico, che come ha spiegato in un ambiente così intimo probabilmente si sente ancora di più.

"Ho sentito degli incoraggiamenti in almeno tre o quattro lingue differenti. È una cosa straordinaria. Questa è una città molto internazionale e ovviamente la cosa mi piace. È strano dopo tutti questi anni avere il sostegno del pubblico anche in posti dove non sono mai stato prima, la cosa mi riempie d'orgoglio" ha detto.

Djokovic affronterà adesso Romain Safiullin. In palio adesso un posto in finale. Per il serbo sarebbe ovviamente la prima da Wimbledon e una chance di guadagnare punti per le Finals, anche se in circostanze di assoluta normalità per uscire dai primi venti giocatori della Race dovrebbe praticante smettere di vincere. Difficile, appunto. Photo Crediti: Getty Images

SHARE