Novak Djokovic e i problemi al polso: "Non è stato facile"



by   |  LETTURE 3293

Novak Djokovic e i problemi al polso: "Non è stato facile"

Novak Djokovic non ha potuto esprimere il suo miglior tennis nell’ultimo giorno di competizione alla Laver Cup a causa di un problema al polso. Il campione serbo è apparso in grande forma lo scorso sabato, quando ha liquidato in due set Frances Tiafoe e vinto il doppio insieme a Matteo Berrettini.

Il lungo periodo di inattività che ha caratterizzato il post-Wimbledon del belgradese, costretto a saltare i Masters 1000 americani e gli US Open per le regole d’ingresso vigenti negli Stati Uniti, ha però sortito il suo effetto.

Nella partita persa in due set contro Felix Auger-Aliassime, Djokovic non è riuscito a incidere e non ha trovato il giusto ritmo. Il canadese, che ha disputato una delle sue migliori partite, non si è lasciato condizionare dai fattori extra campo e ha ottenuto una importantissima vittoria.

Vittoria che ha permesso al Team World di passare inaspettatamente in vantaggio e conquistare tre punti che si sono poi rivelati fondamentali per il successo finale.

Djokovic e i problemi al polso

Djokovic, in conferenza stampa, si è soffermato sul fastidio al polso e descritto le differenze rispetto ai problemi accusati in passato.

“Ho avuto problemi al polso per quattro o cinque giorni. Sono riuscito a controllare la situazione, ma le due partite di sabato hanno avuto un effetto. Non è stato facile. Non sono stato in grado di servire con la rapidità e la precisione che avrei voluto.

Forse è dovuto al fatto che non giocavo da quasi tre mesi. E, qui, hai ancora bisogno di generare molta azione e velocità al polso. Potrebbe essere questo il motivo per cui ho sentito dolore. Questo non toglie nulla alla prestazione di Felix, che ha giocato una grande partita e ha meritato di vincere.

Problemi avuti in passato? A Rio 2016 ho avuto problemi al polso, ma quello sinistro” . Parlando della sua programmazione, il serbo ha infine ammesso che proverà a guadagnare punti sia a Tel Aviv che ad Astana per non perdere la top 20 e staccare il pass per le ATP Finals di Torino. Photo Credit: Getty Images