"Giù il cappello": Tiafoe sbalordito dalle prestazioni di Novak Djokovic in Laver Cup



by   |  LETTURE 3699

"Giù il cappello": Tiafoe sbalordito dalle prestazioni di Novak Djokovic in Laver Cup

Frances Tiafoe è uno dei giocatori su cui ha più puntato il team World per l'edizione 2022 della Laver Cup. Lo statunitense era reduce da una splendida prestazione complessiva agli Us Open, torneo nel quale è stato in grado di superare il numero tre al mondo Rafael Nadal, il russo Andrey Rublev e di spingersi fino in semifinale (avventura conclusa al quinto set contro Carlos Alcaraz).

Tuttavia, l'americano non è sembrato così in forma e brillante durante la manifestazione, faticando abbastanza a trovare il suo gioco insidioso e imprevedibile. Venerdì il 19esimo del ranking Atp ha dato una mano a Jack Sock per superare nel doppio che passerà alla storia Roger Federer e Rafael Nadal, chiudendo la giornata sul 2-2 grazie all'affermazione.

Sabato Tiafoe ha ceduto nettamente il passo al campione serbo Novak Djokovic, che si è presentato in grande forma all'O2 Arena di Londra dopo essere stato escluso dallo Slam newyorkese a causa della non vaccinazione contro il Covid-19.

Le parole a fine gara

Frances è rimasto abbastanza sorpreso della super prestazione del suo avversario. Un aspetto che ha sottolineato a più riprese anche in conferenza stampa, riconoscendo tutti i meriti al nativo di Belgrado: "Ha giocato meglio di quanto visto a Wimbledon.

È abbastanza concentrato. Ho avuto una bassa percentuale di prime messe in campo. Dal basso ero solido ma lui aveva davvero una risposta per tutto" ha dichiarato con rammarico lo statunitense davanti ai media. Poi ha sottolineato: "Mi tolgo il cappello davanti a qualcuno del genere che gioca così bene.

Nessuna scusa da parte mia, è stato troppo bravo e più forte" ha aggiunto. "Ci sono un paio di cose che avrei potuto fare meglio, ma non sarebbe cambiato nulla. Abbiamo rivisto nuovamente la grandezza di Nole" ha concluso.

L'americano tornerà in campo nella giornata di domenica 25 settembre per un altro match di singolare: questa volta sfiderà il greco Stefanos Tsitsipas per mantenere ancora vive le speranze di successo per la sua squadra, sempre che l'Europa non si aggiudicasse le prime due gare in programma e non chiudesse definitivamente la pratica. Photo credit: Laver Cup.