Novak Djokovic, Australian Open 2023 a rischio? Le parole di speranza del serbo



by   |  LETTURE 2339

Novak Djokovic, Australian Open 2023 a rischio? Le parole di speranza del serbo

La stagione 2022 si è aperta con l'incredibile e indimenticabile caso riguardante il campione serbo Novak Djokovic, che ha lottato fino all'ultimo dal punto di vista giudiziario per poter partecipare alla nuova edizione degli Australian Open.

Tra esenzioni mediche, visti, alcuni giorni passati in un posto riservato ai profughi in stato di grande abbandono e degrado e decisioni del Tribunale, alla fine il nativo di Belgrado è volato in Oceania senza raggiungere il proprio obiettivo, dovendo fare ritorno a casa prima dell'inizio del torneo.

Una situazione che ha fatto discutere praticamente il mondo intero, dato che la pandemia era ancora fra gli argomenti in primissimo piano praticamente in tutti i Paesi. Per le 'tradizionali' normative, l'espulsione inflitta a Nole non dovrebbe consentirgli di entrare sul territorio australiano per i prossimi tre anni.

In questo senso i vari organi di governo (cambiato nel frattempo rispetto al mese di gennaio) hanno apertamente dichiarato di voler rivalutare la decisione e aprire le porte a Djokovic per l'edizione 2023. Col passare del tempo non sono però ancora arrivate novità importanti sul futuro del 21 volte campione in un evento del Grande Slam, il cui destino è ancora incerto.

Djokovic torna a parlare del tema

Dopo non aver potuto partecipare agli Us Open per le norme stringenti negli Stati Uniti d'America, Novak è pronto a essere grande protagonista in Laver Cup, la competizione che chiuderà la grandissima carriera di Roger Federer.

Nella conferenza stampa prima della manifestazione, il serbo è ritornato a parlare e ha spiegato le sue sensazioni per l'esclusione dall'ultimo Slam dell'annata: "Non rimpiango nulla. Sapevo quali sarebbero state le conseguenze delle mie azioni, quindi ho accettato la situazione.

Non sono abituato a pause così lunghe senza competere, ma attualmente è quello che è" ha sottolineato. L'ex numero uno al mondo è poi stato interrogato sulla presenza a Melbourne nel gennaio 2023: "Non è nelle mie mani, aspetto notizie e spero che arrivino presto e siano positive" ha aggiunto e concluso Djokovic. Photo credit: Getty Images.