Rothenberg: "Non è scontato che Novak Djokovic torni a vincere nel 2023"



by   |  LETTURE 5059

Rothenberg: "Non è scontato che Novak Djokovic torni a vincere nel 2023"

Nonostante la vittoria ottenuta a Wimbledon, il 2022 non è stato un anno facile per Novak Djokovic. L’ex numero 1 del mondo ha pagato a caro prezzo la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus, come d’altronde era lecito aspettarsi.

Il fenomeno serbo ha dovuto rinunciare agli Australian Open e agli US Open, due appuntamenti in cui sarebbe stato il grande favorito per la vittoria finale. Per lo stesso motivo, il 35enne di Belgrado ha saltato anche tutti i Masters 1000 americani (Indian Wells, Miami, Montreal e Cincinnati).

Dopo la delusione patita al Roland Garros, Nole si è riscattato a Wimbledon eguagliando i sette trionfi di Pete Sampras. Battendo Nick Kyrgios in finale, il ‘Djoker’ ha agguantato il suo 21° Slam e ha accorciato il gap che lo separa da Rafael Nadal nella classifica all-time.

Lo spagnolo non è infatti riuscito ad allungare agli US Open, fermandosi già negli ottavi dinnanzi ad uno scatenato Frances Tiafoe. Intervistato dal portale ‘Tennis Majors’, il noto giornalista Ben Rothenberg ha affermato che non sarà così semplice per Djokovic tornare ai massimi livelli nel 2023.

Djokovic ha saltato due Slam quest'anno

“Allo stato attuale delle cose, direi che Carlos Alcaraz ha più chance di Novak Djokovic di vincere gli Australian Open 2023. Nole ha giocato molto poco quest’anno e ha inevitabilmente perso il ritmo partita.

Ce ne siamo accorti chiaramente negli ultimi mesi. Dopo aver saltato gli Australian Open e i Masters 1000 americani, ha faticato più del previsto a ritrovare i giusti automatismi” – ha analizzato Rothenberg.

“Penso che cercherà di giocare il più possibile in questo finale di stagione. Tuttavia, non sarà facile per lui recuperare la fiducia che aveva prima. Innanzitutto, non è ancora legalmente autorizzato ad entrare in Australia.

Probabilmente sarà in grado di giocare, ma non si sa quando arriverà la decisione. In secondo luogo, bisognerà vedere se avrà ancora lo stesso feeling con gli Australian Open dopo tutto quello che è successo ad inizio 2022. L’aspetto mentale è sempre stato importantissimo per Novak” – ha chiosato Ben.