Australian Open 2023: arrivano buone notizie per Novak Djokovic



by   |  LETTURE 11231

Australian Open 2023: arrivano buone notizie per Novak Djokovic

Novak Djokovic ha incontrato parecchie difficoltà quest’anno, complice la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus. Dopo aver sfiorato il ‘Calendar Grand Slam’ nel 2021, l’ex numero 1 ATP è stato costretto a saltare sia gli Australian Open che gli US Open.

Sempre a causa del suo status vaccinale, il fenomeno serbo ha dovuto rinunciare anche a tutti i Masters 1000 americani (Indian Wells, Miami, Montreal e Cincinnati). Il 35enne di Belgrado ha risollevato la sua stagione trionfando a Wimbledon per la settima volta in carriera, ma è comunque precipitato nel ranking per via della mancata assegnazione dei punti.

Oltre ad aver eguagliato il suo idolo Pete Sampras, Nole ha accorciato il gap che lo separa da Rafael Nadal nella classifica all-time degli Slam. Grazie al successo ottenuto a Londra, il pupillo di Goran Ivanisevic ha ottime chance di partecipare alle ATP Finals di Torino.

Djokovic tornerà in Australia nel 2023?

Come tutti gli appassionati ricorderanno, Djokovic è stato espulso dall’Australia ad inizio anno dopo una telenovela durata quasi due settimane. A causa del suo status di ‘non vaccinato’, il 21 volte campione Slam ha dovuto lasciare Melbourne benché avesse una valida esenzione medica.

Nonostante manchino ancora diversi mesi alla prossima edizione dell'Happy Slam, già ci si domanda se Novak potrà recarsi o meno in Australia nel 2023. Attraverso il suo profilo Twitter, il noto giornalista Luis Alfredo Alvarez ha fornito un importante aggiornamento al riguardo: “Ieri ho sentito Craig Tiley e mi ha detto che Novak Djokovic giocherà sicuramente gli Australian Open 2023”.

Ricordiamo che il nuovo governo ha deciso di revocare tutte le misure sanitarie per l’ingresso nel Paese. Di recente, il conduttore radiofonico Clay Travis ha evidenziato le ingiustizie subite da Nole: “Non c’era nessuna ragione sanitaria che giustificasse il mancato ingresso di Djokovic in Australia e negli Stati Uniti.

Il serbo ha rinunciato a due Slam pur di rimanere fedele ai suoi principi. Stiamo parlando di due tornei in cui sarebbe stato il favorito per la vittoria ed è facile immaginare che avrebbe sollevato almeno un trofeo”.