Una politica serba spara a zero contro Novak Djokovic



by   |  LETTURE 18451

Una politica serba spara a zero contro Novak Djokovic

La partecipazione di Novak Djokovic agli US Open 2022 è ancora avvolta nel mistero. L’ex numero 1 del mondo è regolarmente iscritto all’ultimo Slam stagionale e compare nell’elenco delle teste di serie (a differenza di Alexander Zverev), ma le regole alla frontiera non sono state modificate per il momento.

Tenendo conto che il sorteggio si terrà giovedì 25 agosto, è difficile ipotizzare un cambiamento normativo entro tale data. Il fenomeno serbo ha pagato a caro prezzo la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus, non avendo potuto difendere il titolo agli Australian Open ad inizio anno.

Oltre ad aver subito un grave danno d’immagine, il 35enne di Belgrado ha dovuto assistere impotente al trionfo di Rafael Nadal a Melbourne Park. Nole ha risollevato la sua stagione trionfando a Wimbledon per la settima volta in carriera.

Il ‘Djoker’ ha così eguagliato il suo idolo Pete Sampras e ha accorciato il gap che lo separa da Nadal nella classifica all-time dei Major. Attraverso il suo profilo Twitter, la politica e sociologa serba Vesna Pesic ha criticato duramente la posizione di Djokovic sul vaccino anti-Covid.

Djokovic è di nuovo sotto attacco

“Novak Djokovic non è stupido, è solo ignorante. D’altronde, stiamo parlando di un uomo che colpisce la pallina da quando aveva sei anni. Non è colpa sua.

Ha avuto fama e ricchezza grazie al tennis. Non ho tempo per lottare contro quelli come lui” – ha scritto la Pesic. “Non vuole vaccinarsi e non gli importa nulla di ciò che la pandemia ha causato in tutto il mondo.

Sembra che quelle piramidi in Bosnia non lo abbiano aiutato a fare una scelta saggia” – ha rincarato la dose. Ai microfoni di Eurosport, Barbara Schett ha analizzato le prospettive di Nole: “Sta continuando ad allenarsi come se potesse partecipare agli US Open.

In caso contrario, la sua vita andrà avanti senza problemi. Vedo Djokovic in campo per altri 2-3 anni. Il suo fisico sta bene, non ha avuto tanti infortuni e ha tutto il tempo per ottenere il record di Slam”.