Arias: "Solo un giocatore è riuscito a sfondare Novak Djokovic da fondo"



by   |  LETTURE 35765

Arias: "Solo un giocatore è riuscito a sfondare Novak Djokovic da fondo"

Novak Djokovic ha spezzato l’egemonia di Roger Federer e Rafael Nadal, togliendo diversi record ai suoi eterni rivali. Il fuoriclasse serbo ha sfiorato il ‘Calendar Grand Slam’ nel 2021, ma il suo sogno si è infranto ad un passo dal traguardo.

Nole si è arreso a Daniil Medvedev nella finale degli US Open, non riuscendo a gestire l’enorme pressione sulle sue spalle. Il 2022 non è iniziato altrettanto bene per il ‘Djoker’, che ha pagato a carissimo prezzo la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus.

Oltre a non aver potuto difendere il titolo agli Australian Open, il 35enne di Belgrado ha subito anche un grave danno d’immagine. Novak non è andato oltre i quarti al Roland Garros, prima di riscattarsi sull’erba di Wimbledon.

Il pupillo di Goran Ivanisevic ha messo in bacheca il suo 21° Slam, accorciando il gap che lo separa da Rafael Nadal nella classifica all-time. In una lunga conversazione su Tennis Channel, Jimmy Arias ha affermato che Stan Wawrinka è stato l’unico giocatore in grado di sopraffare Djokovic da fondo campo.

Lo svizzero ha perso 20 dei 26 scontri diretti con Nole, ma lo ha battuto in due finali Slam (Roland Garros 2015 e US Open 2016).

Jimmy Arias elogia Stan Wawrinka

“Quando era al suo meglio, Stan Wawrinka era difficilissimo da contrastare.

Era in grado di tirare il dritto e il rovescio alla stessa velocità. Questa caratteristica gli ha permesso di vincere tre Slam nell’era dei Big 3” – ha spiegato Arias. “Quando entrava ‘in the zone’, era l’unico giocatore capace di sopraffare Novak Djokovic da fondo campo.

Nole non poteva fare nulla per arginare la potenza di Stan” – ha aggiunto. Jimmy ha continuato la sua analisi sui migliori rovesci ad una mano: “È impossibile non citare Dominic Thiem e Richard Gasquet.

Stan e Dominic hanno sempre risposto da molto lontano, mentre Richard stava leggermente più avanti. La miglior risposta di rovescio era quella di Roger Federer, che stava vicino al campo e poteva rispondere sia in top che in back”.