Medjedovic, il padre osanna Novak Djokovic: “Grazie a Dio esiste”



by   |  LETTURE 6918

Medjedovic, il padre osanna Novak Djokovic: “Grazie a Dio esiste”

L’essere una assoluta eccellenza nello sport si affianca a grandi doti umane per Novak Djokovic. Il campione serbo, infatti, ha preso a cuore la storia di Hamad Medjedovic, 19 anni compiuti il 18 luglio, considerato in patria un talento cristallino ed erede del 21 volte campione Slam.

L’ha presa a cuore a tal punto da aiutarlo non solo tecnicamente, facendolo allenare con lui al Novak Tennis Center, ma anche economicamente. Il supporto che Djokovic ha fornito al giovane Medjedovic ─ che ad inizio 2022 si era prefissato di entrare in Top-300 e oggi è già al 259esimo posto del ranking ATP ─ è stato reso noto dal papà del ragazzo, Eldin, intervistato dal portale serbo Sportal.

“Immaginate, il migliore del mondo chiama mio figlio per andare ad allenarsi insieme” , ha dichiarato emozionato l’uomo. “Immagina! Sarebbe come se Ronaldo o Messi ti chiamassero e ti dicessero: «Giochiamo a calcio!» o «Chiamami se hai bisogno di qualcosa!» .

Queste cose sembrano un po' estranee ai tempi di oggi, ma grazie a Dio ci sono persone per le quali il denaro non è tutto, ma l'umanità” .

“Ci ha pagato tutto il 2021”: la confessione di Eldin Medjedovic

Eldin, papà dell’astro nascente serbo Hamad Medjedovic, ha proseguito il suo encomio a Novak Djokovic svelando alcuni retroscena incredibili.

Tra questi, quello per cui il 21 volte campione Slam ha pagato tutte le spese del giovane Hamad per l’intero 2021 tra team e ndr] per tutti gli allenatori, i viaggi completi, gli hotel, i biglietti aerei, i fisioterapisti, i massaggiatori, i preparativi che hanno affrontato insieme.

E questa non è una piccola somma di denaro nel mondo del tennis” , ha confessato l’uomo. “Siamo stati fortunati a finire con Novak, grazie a Dio” , ha proseguito. “Novak si sta impegnando molto per Hamad.

In tutti i sensi: finanziariamente, mentalmente e socialmente. Ricordo una conversazione con Novak. Allora parlammo specificamente delle tappe della carriera di Hamad. E qui, ve lo convincermi che tutto questo stesse accadendo.

Novak mi ha poi detto: «Edo, non lo faccio per soldi! Ho un posto dove guadagnare. Semplicemente, il mio ruolo e il mio compito è quello di aiutare. Che razza di persona sarei se non aiutassi i bambini che se lo meritano, che amano il tennis, che ottengono ancora risultati?» .

Lo ascolto e lui aggiunge: «Sai cosa faremo? Un domani, quando Hamad avrà successo, prenderai anche tu qualcuno che aiuterai!» , ha concluso il suo emozionante racconto il papà di Hamad Medjedovic.

👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI