US Open – Ex direttore Intelligence esorta Biden a far entrare Djokovic negli USA

Continua l’ondata di pareri favorevoli al serbo in merito allo Slam americano

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
US Open – Ex direttore Intelligence esorta Biden a far entrare Djokovic negli USA

L'ex direttore ad interim National Intelligence Agency statunitense, Richard Grenell, ha esortato Joe Biden e i funzionari statunitensi a permettere a Novak Djokovic di partecipare agli US Open. Com’è noto, il serbo ha scelto di non vaccinarsi contro il Covid-19 e quindi non può entrare negli Stati Uniti a causa delle leggi attuali, che impongono agli stranieri di mostrare la prova della vaccinazione al momento dell’accesso nel paese.

Grenell, che è stato direttore ad interim della National Intelligence quando alla presidenza c’era Donald Trump (2020), ha chiarito che non vuole che gli US Open si svolgano senza “uno dei migliori giocatori del mondo” .

"Lasciate che Novak Djokovic giochi agli US Open! Gli US Open diventano più economici quando bandiscono uno dei migliori giocatori del mondo” , ha scritto Grenell in un tweet richiamando l’attenzione del capo di Stato Biden.

Djokovic: “Non accadrà come in Australia”

Poco dopo che Djokovic ha conquistato il suo 21esimo titolo del Grande Slam battendo Nick Kyrgios nella finale di Wimbledon, gli è stato chiesto se c'era la possibilità di vederlo vaccinato prima degli US Open.

“Non sono vaccinato e non ho intenzione di vaccinarmi, quindi l'unica buona notizia che posso avere è che mi tolgano la carta verde di vaccinazione obbligatoria o come si chiama per entrare negli Stati Uniti, o l'esenzione.

Non credo che un'esenzione sia realistica. Aspetterò buone notizie dagli Stati Uniti, perché mi piacerebbe andarci” , aveva dichiarato l’ex numero 1 del mondo. Dopo aver ricevuto un'esenzione speciale per gli Australian Open, Djokovic si è recato negli Stati Uniti, dove è stato trattenuto e poi espulso dal Paese.

Il serbo ha riconosciuto che la querelle avvenuta in Australia è stata estremamente spiacevole per lui, ragion per cui non intende trovarsi di nuovo in una situazione simile in futuro. “Non ho intenzione di andare negli Stati Uniti se non ho il permesso, la ‘saga’ australiana per me non è stata piacevole” , aveva proseguito Novak Djokovic.

👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI

Us Open
SHARE