Novak Djokovic su Kyrgios: “È autentico e porta attenzione al tennis”



by   |  LETTURE 2462

Novak Djokovic su Kyrgios: “È autentico e porta attenzione al tennis”

Novak Djokovic afferma che l'autenticità fa parte della personalità di Nick Kyrgios e ammette di essere estremamente grato all'australiano per il sostegno dimostratogli quando tutti erano contro di lui per la nota questione del visto.

Atterrato in Australia, infatti, a Djokovic era stato annullato il visto per poi essere bloccato dalle autorità, non riuscendo dunque a difendere il titolo degli Australian Open dell’anno precedente. Allora, Kyrgios aveva scelto di esporsi in prima persona ed era risultato uno dei pochi a denunciare pubblicamente le autorità australiane, ritenendo che al serbo fosse stato riservato un trattamento esagerato e ingiusto.

Inoltre, Kyrgios aveva contattato privatamente Djokovic per capire meglio la situazione, mettendosi a sua disposizione per eventuali aiuti. Nick Kyrgios che, se da un lato dimostra grande umanità, in campo più e più volte si lascia andare e scatena feroci polemiche come quella con Stefanos Tsitsipas a Wimbledon, per la quale il greco lo ha addirittura definito un “bullo” che infastidisce i suoi avversari.

Ciononostante, Djokovic accetta la sua autenticità.

Djokovic: “Kyrgios porta attenzione al tennis. Grato per il sostegno”

“Con Kyrgios si vedono spesso situazioni del genere in campo” , ha dichiarato Novak Djokovic a Sport Klub.

“È sempre divertente ma, d'altra parte, forse non tanto per il suo avversario. Il fatto è che si tratta di lui e, che piaccia o meno, porta molta attenzione al tennis. Vedo che è positivo che attiri un gruppo di giovani che lo seguono, lo amano e gli piacciono perché è diverso e gioca in questo modo, e non credo che questo sia un male per il nostro sport.

Forse in alcune situazioni i suoi commenti dentro e fuori dal campo sono discutibili, ma questo è l'autentico Kyrgios e lo rispetto. Anche se per anni ha detto cose cattive su di me, in Australia mi ha sostenuto ancora una volta, è stato uno dei pochi a parlare in pubblico a mio favore e a sostenermi e gli sono grato per questo” , ha proseguito il serbo.

Prima dell'inizio della stagione sulla terra battuta, anche il fratello di Nole, Djordje Djokovic, aveva detto che gli sarebbe piaciuto portare Kyrgios a Belgrado e ospitarlo, come segno di riconoscenza per il sostegno dimostrato a Nole.

L'intera famiglia Djokovic ha dunque espresso gratitudine quando gli è stato chiesto del gesto dell’australiano. 👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI