Van de Zandschulp: "Novak Djokovic può arrivare a 22 Slam"



by   |  LETTURE 3949

Van de Zandschulp: "Novak Djokovic può arrivare a 22 Slam"

Rafael Nadal ha espresso un grandissimo tennis in questa prima metà di stagione. Il fenomeno spagnolo ha lasciato tutti quanti a bocca aperta aggiudicandosi i primi due Slam del 2022 e vincendo le prime 20 partite disputate quest’anno.

Un mezzo miracolo, se si considera che Rafa aveva giocato appena sette tornei ufficiali nel 2021 a causa del dolore al piede. La rimonta contro Daniil Medvedev nella finale degli Australian Open è destinata a restare negli annali, così come la splendida cavalcata al Roland Garros.

Il 36enne di Manacor era arrivato a Parigi con mille dubbi legati alle sue condizioni fisiche, ma è comunque riuscito a sollevare il suo 14° trofeo all’ombra della Torre Eiffel. L’ex numero 1 del mondo si è issato a quota 22 Major, allungando ulteriormente su Roger Federer e Novak Djokovic nella classifica all-time.

Il maiorchino affronterà l’olandese Botic van de Zandschulp per un posto nei quarti a Wimbledon. I due si sono già incontrati al terzo turno del Roland Garros 2022, con Nadal vittorioso in tre set.

Rafa è a +2 su Federer e Djokovic

In conferenza stampa, van de Zandschulp ha speso belle parole per Rafa Nadal: “L’ho affrontato al Roland Garros ed è stato un match complicatissimo.

Giocare contro Nadal sulla terra è la sfida più difficile che ti possa capitare in questo sport. Stiamo parlando di un giocatore che ha vinto 22 Slam, è un record incredibile. Credo che soltanto Novak Djokovic possa eguagliarlo”.

L’olandese ha poi ricordato la celebre finale di Wimbledon 2008: “Quella partita è rimasta impressa nella mia mente. Ricordo che è finita piuttosto tardi, anche perché ci furono diverse interruzioni per pioggia.

Mi pare che Nadal ebbe un match point nel quarto set, che venne annullato da Roger Federer con uno strepitoso passante di rovescio. È stata una battaglia pazzesca”. Federer ha giocato pochissimo negli ultimi due anni a causa di un serio infortunio al ginocchio destro.

A meno di ulteriori imprevisti, lo svizzero farà il suo ritorno alla Laver Cup (in programma a Londra a fine settembre).