Novak Djokovic esprime la sua opinione sul coaching



by   |  LETTURE 2399

Novak Djokovic esprime la sua opinione sul coaching

Novak Djokovic ha decisamente innalzato il suo livello dopo aver stentato all’esordio contro Kwon. Il numero 1 del seeding si è sbarazzato senza problemi di Thanasi Kokkinakis e Miomir Kecmanovic, raggiungendo così gli ottavi a Wimbledon.

Il fenomeno serbo è il grande favorito per sollevare il trofeo, ma dovrà evitare cali di tensione per aggiudicarsi il suo settimo titolo ai Championships. Il 2022 è stato avaro di soddisfazioni per Nole fino a questo momento, complice anche la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus.

Il 20 volte campione Slam è stato espulso dall’Australia dopo una lunga telenovela, che gli ha provocato anche un grave danno d’immagine. Il 35enne di Belgrado non si è riscattato al Roland Garros, dove si è fermato nei quarti al cospetto del suo eterno rivale Rafael Nadal.

Lo spagnolo si è poi involato verso il suo 22° Major, allungando ulteriormente su Federer e Djokovic nella classifica all-time. In conferenza stampa dopo il derby serbo, è stato chiesto a Djokovic un parere sulla decisione dell’ATP di consentire il coaching nella seconda metà della stagione.

La schiettezza di Djokovic

“Beh, posso dire che capisco entrambe le argomentazioni. Ci sono persone che sono contrarie, perché vogliono mantenere integra l’unicità del nostro sport. Il tennis è uno sport individuale e tanta gente pensa che gli atleti debbano trovare da soli le soluzioni in campo, senza alcun tipo di aiuto.

Allo stesso tempo, sappiamo tutti che – nella maggior parte dei match – il coaching si verifica” – ha analizzato Djokovic. “Comprendo la decisione di legalizzare il coaching, ma solo a determinate condizioni.

Bisogna rispettare certi parametri, come ad esempio che il coach può dare suggerimenti al giocatore soltanto se è nella parte di campo dove lui risiede in tribuna. Non so come andranno le cose. Ci vorrà del tempo affinché la situazione si stabilizzi.

Si tratta di una novità assoluta a livello maschile. Quindi vediamo come va” – ha aggiunto. Il serbo affronterà la rivelazione Tim Van Rijthoven per un posto nei quarti: “Farò la mia analisi prima del match, sperando di iniziare come ho fatto nelle ultime partite”.