Novak Djokovic torna a parlare del caso Becker: "Mi si spezza il cuore"



by   |  LETTURE 5252

Novak Djokovic torna a parlare del caso Becker: "Mi si spezza il cuore"

La condanna di Boris Becker ha creato molto scalpore nel mondo del tennis. L’ex campione tedesco è stato giudicato colpevole di bancarotta fraudolenta e accusato di aver nascosto al fisco i trofei di Wimbledon e degli Australian Open, oltre a diverse proprietà immobiliari, dalla Southwark Crown Court.

In tutto sono quattro, su 24 totali, le imputazioni legate alla vicenda per il quale è stato condannato. Il giudice di Southwark ha inflitto al tedesco una pena di 30 mesi di reclusione. Becker dovrà scontare metà della pena in carcere e il successivo periodo in regime di semilibertà.

Djokovic si esprime sul caso Becker

La notizia ha ovviamente scosso anche Novak Djokovic, che ha vissuto alcune delle più grandi emozioni provate in carriera sotto la guida di Becker, suo ex allenatore. “Non ho comunicato direttamente con lui, ma attraverso la sua famiglia.

Mi ha fatto piacere ospitare la sua fidanzata e suo figlio al primo turno. Visiteranno Boris nei prossimi giorni. Sto solo provando a dare il mio supporto alle persone vicine a lui, alla sua famiglia" , ha spiegato il belgradese in conferenza stampa.

"Considero Boris un membro della mia famiglia; è una persona che ho sempre rispettato. Abbiamo condiviso molti momenti incredibili durante la nostra collaborazione. Anche dopo aver posto fine alla nostra relazione professionale, ci siamo sempre tenuti in contatto.

Mi si spezza il cuore a vedere quello che sta succedendo, non riesco a immaginare quanto debba essere difficile per la sua famiglia. Sanno che possono contare su di me per tutto ciò di cui hanno bisogno" . Djokovic ha sconfitto in tre set Thanasi Kokkinakis e ha guadagnato l'accesso al terzo turno dei Championships.

Il suo prossimo avversario sarà il connazionale Miomir Kecmanovic, che ha già battuto due volte nel circuito maggiore. In entrambi i casi, però, il match si è disputato sulla terra battuta di Belgrado. Djokovic ha concesso un set a Kecmanovic solo in un'occasione.