Rusedski: "Novak Djokovic arrabbiato per gli slam. E su Matteo Berrettini..."



by   |  LETTURE 28801

Rusedski: "Novak Djokovic arrabbiato per gli slam. E su Matteo Berrettini..."

Novak Djokovic a Wimbledon è considerato da tanti come il favorito numero uno alla vittoria finale. Il tennista serbo, che ha già vinto questo torneo ben sei volte in carriera (l’ultima la passata stagione in quattro set contro Matteo Berrettini) non ha ancora vinto uno slam in questa stagione.

Agli Australian Open non ha potuto partecipare per via del suo status di non vaccinato, mentre al Roland Garros è stato eliminato ai quarti di finale dal rivale di sempre Rafael Nadal. Il maiorchino è poi riuscito a trionfare a Parigi allungando a +2 la distanza dal serbo per numeri di slam vinti: 22 a 20.

Parlando su Amazon Prime, Greg Rusedski ha affermato che Djokovic si presenterà a Wimbledon arrabbiato e ferito visto come è andato nell’ultimo periodo "Djokovic è arrabbiato perché non ha vinto uno Slam quest'anno e il modo in cui è uscito contro Rafa agli Open di Francia lo avrà ferito", ha dichiarato Rusedski.

L’ex tennista britannico, però, ha affermato che la chiave principale per il serbo nel major londinese sarà la sua forza mentale. Rusedski ha parlato anche dell’azzurro Berrettini "Berrettini è stato di gran lunga il migliore.

Il problema è che ci sono giocatori che hanno il potenziale, ma vincere è una cosa completamente diversa. Arrivare in finale è una cosa, ma devi avere questa mentalità che è assolutamente folle al giorno d'oggi a causa dei tre o quattro grandi che abbiamo avuto nel corso delle generazioni"

Djokovic vanta uno score invidiabile a Wimbledon

Nole Djokovic ha come obiettivo quello di conquistare per la quarta volta di fila Wimbledon portandosi di conseguenza a -1 da Rafael Nadal per slam vinti. Il tennista serbo è arrivato ben sette volte in finale perdendo solo nel 2013 contro Andy Murray.

Su erba Djokovic vanta uno score decisamente positivo e un gioco che lo consente di essere ultra competitivo. Il serbo, che dopo questo a Wimbledon a causa dei non punti in palio perderà alcune posizioni in classifica, andrà a caccia del secondo titolo stagionale a Londra.

Per il momento, in questo 2022 dove ha dovuto saltare soprattutto la prima parte di stagione a causa del suo status di non vaccinato al Covid-19, ha messo in cassaforte solo gli Internazionali d’Italia.