McEnroe difende Novak Djokovic: "Lo stanno distruggendo quest'anno"



by   |  LETTURE 8102

McEnroe difende Novak Djokovic: "Lo stanno distruggendo quest'anno"

Si avvicina a grandi passi l’inizio di Wimbledon. Novak Djokovic è il grande favorito per i bookmakers, seguito da Matteo Berrettini. L’azzurro si è imposto a Stoccarda e al Queen’s, dimostrando che la finale raggiunta a Londra l’anno scorso non era stata casuale.

Rafael Nadal si trova in seconda fila, seguito dal connazionale Carlos Alcaraz. Il 36enne maiorchino è riuscito ad attenuare il dolore al piede grazie ad un nuovo trattamento, ma non vince a Church Road dal lontano 2010.

Alcaraz, dal canto suo, ha pochissima esperienza sull’erba e non ha giocato alcun torneo di preparazione a causa di un fastidio al gomito. Come tutti sanno, Wimbledon non assegnerà punti ATP quest’anno, una decisione che ha scatenato innumerevoli polemiche.

L’ATP ha voluto sanzionare Wimbledon per aver escluso i tennisti russi e bielorussi dall’edizione 2022. A farne le spese in campo maschile saranno soprattutto Djokovic e Berrettini, i due finalisti della passata edizione.

Entrambi sono destinati a perdere molte posizioni in classifica, indipendentemente dal loro risultato a Londra. In un’intervista rilasciata a ‘Mail Plus’, John McEnroe si è scagliato contro questa decisione.

John McEnroe ci va giù duro

“La trovo una decisione ridicola, perché va a penalizzare ingiustamente chi vince il torneo” – ha esordito McEnroe con grande schiettezza. “Novak Djokovic è il più penalizzato da questa decisione dell’ATP.

Il 2022 si sta rivelando una sorta di incubo per lui. Non ha potuto giocare in Australia a causa della ben nota questione vaccinale e Wimbledon non gli darà punti nemmeno in caso di vittoria. Poi c’è l’incognita US Open.

Perderà una marea di posizioni in classifica, è una cosa semplicemente folle” – ha rincarato la dose. L’ex numero 8 ATP Peter Fleming ritiene che Nole sia l’uomo da battere a Londra: “Anche se non sta brillando quest’anno, Djokovic resta il grande favorito per la vittoria a Wimbledon.

Poi troviamo Rafael Nadal, a patto che riesca ad attenuare il dolore al piede. Occhio anche a Matteo Berrettini, che si trova perfettamente a suo agio su questi campi” – ha dichiarato ai microfoni di Eurosport UK.