Le riflessioni di Mats Wilander sulla super sfida fra Novak Djokovic e Rafael Nadal



by   |  LETTURE 4664

Le riflessioni di Mats Wilander sulla super sfida fra Novak Djokovic e Rafael Nadal

I due atleti hanno svolto una prima fase di riscaldamento poche ore prima del grande match. È quasi tutto pronto al Roland Garros per il 59esimo atto della saga fra Novak Djokovic e Rafael Nadal, che si affronteranno un'altra volta sulla terra rossa parigina: nell'ultimo precedente fra i due campioni, proprio in Francia l'anno scorso, è stato il serbo a sorridere in quattro set.

Una dura battaglia (si spera, soprattutto per lo spettacolo) andrà in scena sul campo centrale Philippe Chatrier non prima delle ore 20:45 di domenica 29 maggio, nella quale sarà in palio un posto per la semifinale del prestigioso torneo.

Le osservazioni

L'ex tennista Mats Wilander ha espresso il suo parere sulla super sfida: "Sono estremamente motivato per questa partita perché ricordo la partita dell'anno scorso, che ho definito la gara più importante nella storia del tennis per il fatto che il vincitore avrebbe vinto il 20esimo Grande Slam.

E ora lo ripeto. Dobbiamo goderci questo incontro perché non sappiamo quando questi due uomini giocheranno di nuovo qui al Roland Garros o agli US Open. Chiediamo molto da loro e penso che sia un'opportunità incredibile goderceli di nuovo" ha dichiarato Sullo spagnolo: "Penso che Nadal troverà un avversario molto motivato.

Il serbo utilizzerà le tribune per guadagnare forza e alzare l'intensità del gioco, sia che finiscano per tifare per lui o per andargli contro. A livello di tennis Novak ha riguadagnato il suo miglior livello molto rapidamente" ha analizzato lo svedese.

Su Nole: "Novak sembra incredibilmente forte, è totalmente determinato. Si sta muovendo molto bene, essendo aggressivo come non l'ho mai visto e facendo palle corte al momento giusto. Utilizzerà l'energia della folla perché, normalmente, tendono ad andare con gli sfavoriti.

Non credo che andranno contro di lui, ma è probabile che andrà con colui che mira a essere il perdente. Novak vuole dimostrare e confermarsi il numero uno al mondo. Mi aspetto lo stesso anche da Nadal. Il fattore emotivo farà parte della battaglia" ha concluso.