Devvarman: "Novak Djokovic ha lanciato un chiaro avvertimento ai suoi rivali"



by   |  LETTURE 3366

Devvarman: "Novak Djokovic ha lanciato un chiaro avvertimento ai suoi rivali"

Novak Djokovic si appresta a difendere il titolo conquistato a Parigi l’anno scorso, quando rimontò due set di svantaggio a Stefanos Tsitsipas in finale. Il numero 1 del mondo è reduce dal trionfo agli Internazionali BNL d’Italia ed è intenzionato a conquistare il suo terzo Roland Garros.

Il fenomeno serbo non ha lasciato per strada nemmeno un set al Foro Italico di Roma, lanciando un chiaro avvertimento ai suoi rivali in vista del secondo Major stagionale. Il 34enne di Belgrado non ha avuto un inizio di stagione facile, complice la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus.

Oltre a non aver potuto difendere il titolo agli Australian Open, il 20 volte campione Slam ha subito anche un grave danno di immagine. A causa delle rigide normative statunitensi, Nole è stato costretto a saltare anche i Masters 1000 di Indian Wells e Miami.

Djokovic presidia la parte alta del tabellone insieme a Rafael Nadal, Alexander Zverev e Carlos Alcaraz, che lo ha battuto nella semifinale del Mutua Madrid Open. Nel corso di un’intervista a ‘NDTV’, Somdev Devvarman ha analizzato le chance di Novak a Parigi.

Nole deve difendere il titolo a Parigi

“Dopo aver perso contro Carlos Alcaraz a Madrid, Novak Djokovic è salito ulteriormente di livello e ha vinto il titolo a Roma in maniera abbastanza convincente. Si presenta al Roland Garros nelle migliori condizioni e il trionfo agli Internazionali d’Italia gli conferisce ulteriore fiducia” – ha illustrato Devvarman.

L’ex tennista indiano è sceso poi nel dettaglio: “Il numero 1 del mondo ha bisogno di vincere partite e tornei, in modo da sentirsi forte e lanciare dei messaggi agli avversari. Nole non ha potuto giocare ad inizio anno a causa della ben nota questione vaccinale, che lo ha stressato molto.

Quando è tornato non era al suo meglio, tant’è vero che ha subito alcune sconfitte inattese e preoccupanti. Adesso la situazione sta tornando alla normalità e abbiamo già rivisto sprazzi del vero Djokovic”.

Il veterano serbo ha bisogno di vincere il Roland Garros per agganciare il suo eterno rivale Rafael Nadal a quota 21 Slam.