"Andrò molto lontano": Novak Djokovic parla delle sue ambizioni per il futuro



by   |  LETTURE 4371

"Andrò molto lontano": Novak Djokovic parla delle sue ambizioni per il futuro

Ha vissuto ad inizio anno uno dei momenti più difficili della sua carriera, ma ora possiamo dirlo senza alcun dubbio. Novak Djokovic è tornato. Il campione serbo ha giocato una gran settimana agli Internazionali d'Italia a Roma ed ha ottenuto una bella quanto netta vittoria in finale sul greco Stefanos Tsitsipas, steso in finale con il risultato di 6-0;7-6.

Il tennista balcanico ha mantenuto la prima posizione nel ranking ed ha vinto a Roma il suo primo torneo del 2022. Al termine del match, in conferenza stampa, Nole ha spiegato le sue emozioni: "Non potevo sognare una settimana migliore di questa, sapevo che a Roma avrei trovato il mio picco di forma ed è andata così.

Dopo quello che ho vissuto ad inizio stagione per me era fondamentale vincere un torneo di livello ed è servito per dimostrare che posso puntare con lucidità alla vittoria del Roland Garros" Il serbo torna poi su tutto quello che è successo in Australia: "Vedo ogni situazione che si mette dinanzi a me come carburante per la prossima sfida, in generale provo sempre a voltare pagina velocemente.

Non avevo mai vissuto una cosa come quella in Australia, ma ora basta. Mi sento fresco a livello fisico e mentale"

Novak Djokovic parla delle sue condizioni fisiche

Nole ha poi parlato delle sue condizioni fisiche attuali: "A Montecarlo ed a Belgrado non ero al meglio, ma quello era dovuto alla malattia che ho avuto negli ultimi mesi.

A Madrid ho giocato in ottime condizioni e penso che nella sconfitta contro Alcaraz già ero al meglio della mia forma, lui ha però giocato una grande gara ed ha meritato la vittoria. Favoriti per il Roland Garros? Sia per la classifica che per questo torneo posso dire che sono un favorito per la vittoria finale.

Ovviamente i tornei del Grande Slam sono un caso a parte, si gioca una volta ogni due giorni e si gioca su cinque set, quindi è tutto diverso, ma credo, sentendo le mie sensazioni, che andrò molto lontano"