Matteo Arnaldi racconta il suo allenamento con Novak Djokovic



by   |  LETTURE 2272

Matteo Arnaldi racconta il suo allenamento con Novak Djokovic

Novak Djokovic è in crescita dopo le difficoltà di inizio stagione. A causa della sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus, il numero 1 del mondo non ha potuto difendere il titolo agli Australian Open e ha subito un grave danno d’immagine.

Come se non bastasse, il fenomeno serbo ha dovuto assistere impotente al trionfo di Rafael Nadal a Melbourne Park. Lo spagnolo ha così superato Roger Federer e lo stesso Djokovic nella classifica all-time dei Major. Le rigide normative statunitensi hanno impedito a Nole di giocare anche i Masters 1000 di Indian Wells e Miami.

Dopo la prematura eliminazione a Montecarlo, il 34enne di Belgrado ha raggiunto la finale a Belgrado e la semifinale a Madrid. Alla Caja Magica, ha dato vita ad una splendida battaglia contro Carlos Alcaraz. Il 19enne di Murcia si è imposto al tiebreak decisivo, ma Djokovic ha evidenziato notevoli progressi.

Il 20 volte campione Slam affronterà Felix Auger-Aliassime per un posto in semifinale agli Internazionali BNL d’Italia. Nel corso di una lunga intervista a ‘Ruetir’, il giovane italiano Matteo Arnaldi ha espresso tutta la sua ammirazione per Novak.

Arnaldi si è allenato con Djokovic

“Novak Djokovic è sempre stato il mio idolo, infatti sono entrato in campo un po’ teso quando mi sono allenato con lui al Foro Italico” – ha raccontato Arnaldi, sconfitto al primo turno da Marin Cilic.

“Scambiare con il numero 1 del mondo mi ha fatto provare sensazioni incredibili. Dal punto di vista tecnico, ho notato che Nole è molto più pulito rispetto ai tennisti con cui ho giocato finora. La sua palla è molto piatta e fai fatica a controllarla, anche sulla terra battuta.

Ti toglie il tempo e non riesci a fare ciò che hai in mente. Dopo aver giocato contro Cilic ed essermi allenato con Djokovic, mi sono reso conto che la vera differenza con i migliori risiede nella gestione dei momenti importanti” – ha aggiunto Matteo.

L’obiettivo di Novak è arrivare al 100% al Roland Garros, dove sarà chiamato a difendere il titolo conquistato nel 2021.