Novak Djokovic commenta la vittoria su Stan Wawrinka e il suo ritorno nel circuito

Il serbo sfiderà Auger-Aliassime nei quarti di finale a Roma

by Luca Ferrante
SHARE
Novak Djokovic commenta la vittoria su Stan Wawrinka e il suo ritorno nel circuito

Tutto secondo pronostico. Novak Djokovic si è fatto valere anche contro lo svizzero Stan Wawrinka nella sfida valevole per un posto nei quarti di finale degli Internazionali Bnl d'Italia. Il serbo si è confermato in appena due set, conquistati entrambi col punteggio di 6-2, e ha convinto ancora una volta dal punto di vista della prestazione e della condizione fisica.

Le sue parole

Il nativo di Belgrado si è presentato in conferenza stampa e ha parlato del match disputato sul campo centrale: "Prima di tutto è bello vedere un grande campione come Stan tornare, vincendo due partite dopo un lunghissimo stop.

Sappiamo tutti quanto è stato importante per il nostro sport negli ultimi 10 anni, vincendo tre Grandi Slam, affermandosi e restando tra i primi cinque o 10 giocatori al mondo per molti anni. Solo lui sa quanto sia stato difficile dopo tutti gli interventi chirurgici e ferite che ha dovuto affrontare.

Quindi ovviamente puoi vederlo in campo che è più lento di quando giocava al meglio e al top della condizione. Sono sicuro che con la sua squadra sta facendo un ottimo lavoro per mettersi nella forma migliore, ma ci vuole tempo.

Ho sentito di aver giocato in modo solido con molta disciplina fin dall'inizio, facendolo muovere. D'altra parte auguro e sono sicuro che Stan tornerà al livello desiderato. Al momento penso che il movimento sia diverso" ha dichiarato.

Sulla situazione legata a Wimbledon e sulla scelta di togliere o meno i punti dal ranking per quanto riguarda i tennisti russi e bielorussi: "Non c'è una soluzione facile, in cui tutti sono felici e contenti. È una decisione davvero difficile" è il parere dell'attuale numero uno al mondo.

Prossimo avversario il canadese Felix Auger-Aliassime, su cui Nole non si è ricordato di primo impatto un particolare aspetto: "Non l'ho mai affrontato? Pensavo di averlo fatto, scusate (ridendoci su). Non ce ne sono molti di giocatori con cui non ho mai giocato.

Interessante che non ci siamo mai sfidati" ha spiegato. Poi ha proseguito: "La terra rossa non è la sua superficie preferita. Penso che stia però migliorando molto. Ha lavorato con Toni Nadal negli ultimi due anni, che ha sicuramente contribuito al suo gioco sulla terra.

È un atleta affermato tra i primi 20 e i primi 10 da un po' di tempo. Ha un gioco molto completo, ragazzo molto gentile, che lavora duro. Lui è uno dei leader della prossima generazione. Giocheremo di notte, credo.

Questo è ciò che dice il programma. Se sarà confermato, saranno condizioni molto diverse. Fiduciosamente posso ottenere un'altra vittoria" ha concluso.

Novak Djokovic Stan Wawrinka Auger-aliassime
SHARE