Marian Vajda torna sulla rottura con Novak Djokovic

A marzo di quest’anno, Nole ha scelto di separarsi dal suo storico coach

by Simone Brugnoli
SHARE
Marian Vajda torna sulla rottura con Novak Djokovic

Dopo aver sfiorato il ‘Calendar Grand Slam’ l’anno scorso, Novak Djokovic ha dovuto gestire alcuni momenti difficili. A causa della sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus, il numero 1 del mondo non ha potuto difendere il titolo agli Australian Open e ha subito un grave danno d’immagine.

Le rigide normative statunitensi lo hanno costretto a saltare anche i Masters 1000 di Indian Wells e Miami. Il 20 volte campione Slam è parso arrugginito e scarico a Dubai, Montecarlo e Belgrado, palesando una condizione ancora ben lontana dal 100%.

Il 34enne di Belgrado, impegnato questa settimana al Mutua Madrid Open, cercherà di arrivare in piena forma al Roland Garros, dove sarà chiamato a difendere il titolo conquistato nel 2021. A marzo di quest’anno, Nole ha scelto di separarsi dal suo storico coach Marian Vajda.

A dire il vero, la decisione era già stata presa alla fine dello scorso anno. Durante una lunga intervista a ‘Pravda’, il coach slovacco ha rivelato i motivi della separazione.

Vajda spiega i motivi della separazione

“Io e Novak Djokovic siamo stati insieme per molto tempo e ci siamo tolti soddisfazioni che non dimenticheremo mai” – ha esordito Vajda.

“Lui voleva concentrarsi maggiormente sugli Slam e non era più necessario avere un team così ampio. Voleva un solo allenatore al suo fianco e la scelta è ricaduta su Goran Ivanisevic. Non c’era motivo per cui fossimo di più” – ha aggiunto.

Marian ha analizzato lo stato di forma del suo ex pupillo: “Ho guardato alcuni match disputati da Novak nell’ultimo periodo. La sua condizione psico-fisica è ovviamente influenzata dalle vicende di inizio stagione.

Quella telenovela è stata deleteria e la questione vaccinale lo ha obbligato a saltare parecchi tornei. Non so se lo vedremo al 100% al Roland Garros. Il tempo è poco e ci sono giocatori più in forma di lui in questo momento, direi che è abbastanza evidente.

Potrebbe essere pronto per Wimbledon. Si trova a suo agio sull’erba e ha il vantaggio dell’esperienza”. Djokovic affronterà Andy Murray a Madrid.

Novak Djokovic
SHARE