"È fantastico": Novak Djokovic raggiante dopo il debutto al Masters di Madrid



by LA REDAZIONE

"È fantastico": Novak Djokovic raggiante dopo il debutto al Masters di Madrid

Novak Djokovic è tornato! O meglio, sta tornando. Il numero uno al mondo ha offerto probabilmente la sua miglior prestazione dell'anno contro il francese Gael Monfils, sconfitto per la diciottesima volta (in altrettanti incontri) nella sua carriera.

Rispetto alle sensazioni negative di Belgrado, Nole è apparso più sicuro e tranquillo nel corso della conferenza stampa al termine del match: "In campo mi sentivo benissimo, la pista era più lenta e pesante a causa della pioggia ma ciò non mi ha dato alcun problema.

Gael è uno dei tennisti più veloci ed atletici del circuito, lo conosco bene ed ero consapevole che era impossibile chiudere subito lo scambio con lui. Dovevo dominare, ma allo stesso tempo essere aggressivo senza prendere troppi rischi, è fantastico finire il match in questo modo perché prima di questa gara ero davvero lontano dal mio livello migliore.

Con questa prestazione posso dire di essere sulla strada giusto e si, questo è il mio miglior match del 2022".

Le differenze rispetto al torneo di Belgrado

Novak ha poi parlato delle differenze rispetto al torneo di pochi giorni fa al Serbia Open, a Belgrado.

Ha così continuato: "È difficile fare un confronto perché in Serbia ero davvero molto stanco, sono arrivato al set decisivo in vari match e non ho offerto il livello previsto. Fisicamente è stata dura.

Ora ho avuto 10 giorni per prepararmi meglio al torneo e sento di stare meglio fisicamente, anche a livello di tennis. Sono felice che il lavoro fatto è stato utile e sono felice dell'appoggio ricevuto da parte del pubblico.

Nadal dalla stessa parte di tabellone? È il mio più grande rivale, ma il tennis sta cambiando. Ci sono sempre più giovani che spingono e noi dobbiamo dare il massimo se vogliamo restare competitivi. Pensare che siamo ancora così forti è fantastico".

Al prossimo turno un altro match affascinante per Nole che sfiderà il britannico Andy Murray, scontro tra due campioni Slam e due che sono stati (Nole lo è ancora) numeri uno al mondo.

Novak Djokovic