O'Sullivan: "Sapevamo che Novak Djokovic sarebbe diventato speciale"



by   |  LETTURE 4123

O'Sullivan: "Sapevamo che Novak Djokovic sarebbe diventato speciale"

Nel corso dell’ultimo decennio, Novak Djokovic è riuscito ad azzerare il gap che lo separava da Roger Federer e Rafael Nadal. Grazie ad uno straordinario 2021, in cui ha sfiorato il leggendario ‘Calendar Grand Slam’, il fuoriclasse serbo ha indotto molti esperti a riconoscerlo già come il migliore di sempre.

La nuova stagione non è partita bene per Nole, impossibilitato a difendere il titolo agli Australian Open per la ben nota questione vaccinale. Oltre ad aver subito un grave danno d’immagine, il numero 1 del mondo ha dovuto assistere al trionfo di Nadal a Melbourne Park.

Lo spagnolo si è così issato a quota 21 Major, scavalcando Federer e Djokovic nella classifica all-time. Le rigide normative statunitensi hanno costretto il 34enne di Belgrado a saltare anche i Masters 1000 di Indian Wells e Miami.

Djokovic tornerà in azione a Montecarlo la prossima settimana, prima di recarsi a Belgrado per disputare il Serbia Open. Il 20 volte campione Slam non dovrebbe avere problemi a giocare il Roland Garros, visto che la Francia ha deciso di abolire il pass vaccinale.

In una lunga intervista ai microfoni di Eurosport, la leggenda dello snooker Ronnie O’Sullivan ha incoronato Novak come il GOAT.

O'Sullivan incorona Nole Djokovic

“Non si può non ammirare un campione come Novak Djokovic.

È il più grande tennista di sempre e chiuderà la carriera con il maggior numero di titoli Slam. Ci sono anche Roger Federer e Rafael Nadal, che sono due autentici fuoriclasse. Se parliamo di stile, io sono più simile a Federer.

Roger è elegante e possiede una classe sopraffina, ma Djokovic è più completo. Abbiamo sempre saputo che sarebbe diventato un giocatore speciale, doveva soltanto mettere insieme tutti i pezzi del puzzle.

Quando ha iniziato a curare maggiormente la sua alimentazione e tutto il resto, ha portato il suo gioco in un’altra dimensione” – ha spiegato O’Sullivan. Novak ha conservato la leadership del ranking ATP grazie ai passi falsi di Daniil Medvedev a Indian Wells e Miami. Il russo si è operato nei giorni scorsi per correggere un’ernia.