Medjedovic: "Novak Djokovic è sempre pronto ad aiutare i giovani"



by   |  LETTURE 2662

Medjedovic: "Novak Djokovic è sempre pronto ad aiutare i giovani"

Novak Djokovic ha incontrato parecchie difficoltà in questo inizio di stagione. La sua scelta di non vaccinarsi lo ha messo in situazioni scomode, soprattutto in Australia, dove ha subito un grave danno d’immagine (oltre a non aver difeso il titolo agli Australian Open).

Il numero 2 del mondo ha disputato l’ATP 500 di Dubai, ma la ruggine accumulata gli è costata l’eliminazione nei quarti per mano del redivivo Jiri Vesely. La prematura uscita di scena negli Emirati Arabi gli ha fatto perdere la leadership del ranking ATP in favore di Daniil Medvedev, che è diventato il 27° numero 1 nella storia del tennis maschile.

Qualche giorno fa, è arrivata l’ufficialità che Nole non potrà partecipare ai Masters 1000 di Indian Wells e Miami. “Anche se ero automaticamente iscritto a Indian Wells e Miami, sapevo che sarebbe stato improbabile viaggiare negli USA.

Il CDC mi ha confermato che le normative non cambieranno, quindi non potrò giocare questi due Masters 1000” – ha scritto il 20 volte campione Slam sui social. In una lunga intervista all’emittente serba ‘RTV Novi Pazar’, la giovane promessa Hamad Medjedovic ha elogiato la disponibilità di Novak.

La generosità di Novak Djokovic

“Mi alleno nella struttura di Novak Djokovic da circa un anno e mezzo. Ha ottenuto un successo incredibile e sono in buoni rapporti con Nole. Ci vediamo spesso ed è sempre pronto a dare qualche consiglio utile ai giovani tennisti.

Devo ammettere che anche la federazione serba mi ha aiutato molto” – ha raccontato Medjedovic. Quest’ultimo ha parlato dei suoi obiettivi per il 2022: “Voglio conquistare più punti possibili per avanzare nel ranking ATP.

Sono pronto a fare del mio meglio sulla terra battuta, ho lavorato duramente nel corso della off-season. Mi piacerebbe arrivare tra i primi 300 entro la fine dell’anno e qualificarmi per gli Australian Open. So che è un progetto ambizioso, ma io e il mio team pensiamo che non sia irrealizzabile”.

Tornando a Djokovic, il serbo dovrebbe poter giocare il Masters 1000 di Montecarlo e il Roland Garros. La Francia ha intenzione di eliminare il pass vaccinale dal 14 marzo.