Tiafoe: "Novak Djokovic potrebbe arrivare a 25 Slam"



by   |  LETTURE 3062

Tiafoe: "Novak Djokovic potrebbe arrivare a 25 Slam"

Questi primi due mesi di stagione ci hanno regalato tantissime sorprese. Quasi nessuno poteva immaginare il trionfo di Rafael Nadal agli Australian Open, un torneo che lo aveva incoronato una sola volta nel lontano 2009 e che gli era spesso risultato ostile.

Reduce da un lungo stop per infortunio, il fenomeno spagnolo si è reso autore di una cavalcata memorabile ‘Down Under’. Il 35enne di Manacor ha rimontato due set a Daniil Medvedev in finale, incrinando le certezze del suo avversario proprio quando il russo sembrava ad un passo dal traguardo.

Grazie a questo successo, l’ex numero 1 del mondo ha scavalcato Roger Federer e Novak Djokovic nella classifica all-time dei Major. Rafa è inoltre diventato il quarto uomo nella storia ad essersi aggiudicato tutti gli Slam almeno due volte (insieme a Djokovic, Rod Laver e Roy Emerson).

Come se non bastasse, il maiorchino si è imposto anche nell’ATP 250 di Melbourne e ad Acapulco. Ospite nell’ultimo episodio del podcast ‘The Functional Tennis’, Frances Tiafoe ha riacceso il dibattito sul più grande di sempre.

Tiafoe sulla questione del GOAT

“Non è facile decretare con esattezza chi sia il GOAT, visto che ognuno ha le sue preferenze al riguardo” – ha esordito Tiafoe. “Io scelgo ancora Roger Federer.

Ha fatto sembrare il gioco incredibilmente semplice ed è un favoloso ambasciatore di questo sport” – ha aggiunto. L’americano ha speso belle parole anche per Rafael Nadal e Novak Djokovic: “Nadal ha compiuto un’impresa straordinaria a Melbourne, che gli ha permesso di conquistare il suo 21° Slam.

Era sotto di due set in finale, ma è stato in grado di ribaltare una partita quasi persa. Se ci aggiungiamo che ha quasi 36 anni e che ha temuto di dover smettere, la sua vittoria diventa ancora più speciale. Djokovic è il più giovane dei tre, ma la questione vaccinale lo ha rallentato.

Se riuscisse a giocare con costanza, potrebbe arrivare anche a 25 Major. Non resta che attendere”. Il serbo dovrà saltare i Masters 1000 di Indian Wells e Miami.