Quali tornei potrà giocare Novak Djokovic nei prossimi mesi? La situazione attuale



by   |  LETTURE 6510

Quali tornei potrà giocare Novak Djokovic nei prossimi mesi? La situazione attuale

Adesso è ufficiale: Novak Djokovic non parteciperà ai Masters 1000 di Indian Wells e Miami. Il campione serbo ha pubblicato un post attraverso i propri account social e spiegato che non potrà raggiungere gli Stati Uniti a causa delle attuali regole valide per le persone non vaccinate.

“Nonostante sia stato inserito automaticamente nelle entry list del Bnp Paribas Open e dell'Open di Miami, sapevo che sarebbe stato improbabile riuscire a viaggiare. Considerando che i regolamenti internazionali relativi al Covid-19 cambiano costantemente, ho voluto aspettare.

Ma Il CDC (Centers for Disease Control and Prevention) mi ha confermato oggi che i regolamenti non cambieranno, quindi non sarò in grado di giocare negli Stati Uniti. So che i miei tifosi non vedono l’ora di vedermi giocare e spero di tornare presto nel Tour.

Buona fortuna a tutti i giocato che competeranno negli Stati Uniti in questi grandi tornei” .

Dove potrà giocare Novak Djokovic nei prossimi mesi?

Il calendario di Djokovic, che si è assunto le responsabilità della sua scelta, non potrà seguire un programma definito nel corso di questa stagione.

Analizzando la situazione attuale, il belgradese dovrebbe prendere parte alla stagione sulla terra battuta senza troppi problemi. Il governo francese ha infatti annunciato la sospensione del Green Pass a partire dal 14 marzo.

Djokovic riuscirà quindi a scendere in campo sia al Masters 1000 di Monte Carlo che al Roland Garros. Tra il torneo monegasco e il secondo Slam dell’anno, Djokovic dovrebbe poi disputare l’evento di casa( ATP 250 di Belgrado, ndr) in programma dal 18 al 25 aprile.

Semaforo verde, almeno secondo le regole vigenti in Spagna e in Italia, anche per il Masters 1000 di Madrid e gli Internazionali BNL d’Italia. Nonostante le parole pronunciate dal presidente del CONI Giovanni Malagò e il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, le regole parlano chiaro.

Djokovic possiede infatti il certificato di guarigione e, di conseguenza, il Green Pass rafforzato, che in Italia ha una validità di sei mesi. Per quanto riguarda la stagione sull’erba, il governo britannico non ha imposto nessuna restrizione di questo tipo e il serbo dovrebbe avere la possibilità di difendere il titolo conquistato lo scorso anno a Wimbledon.

I problemi potrebbero tornare quando il Tour si sposterà di nuovo negli Stati Uniti. È impossibile anche solo ipotizzare quelle che saranno le regole da seguire da inizio agosto a fine settembre, quando si giocheranno i tornei di Toronto e Cincinnati e lo US Open.

Osservando i regolamenti attuali e considerando la sua assenza ai Masters 1000 di Indian Wells e Miami, Djokovic non sarebbe in grado di entrare negli Stati Uniti. Photo Credit: Getty Images