Novak Djokovic in tabellone a Indian Wells. L'ira dei social contro la decisione



by   |  LETTURE 11352

Novak Djokovic in tabellone a Indian Wells. L'ira dei social contro la decisione

Il recente sorteggio del tabellone del Master 1000 di Indian Wells ha riservato una grande sorpresa per tutti gli appassionati, poiché è apparso un nome inatteso: quello di Novak Djokovic. Il serbo è stato inserito come testa di serie numero 2 e un comunicato sui social gli organizzatori del torneo ha giustificato così la sua presenza: “Novak Djokovic è sulla lista d'iscrizione al torneo, e quindi è inserito nel sorteggio di oggi.

Siamo attualmente in comunicazione con il suo team; tuttavia, non è stato determinato se parteciperà all'evento ottenendo l'approvazione del CDC per entrare nel paese. Forniremo aggiornamenti in futuro”.

L’ex numero uno serbo, dopo essere stato cacciato dall’Australia, aveva dichiarato più volte che sarebbe stato disposto a rinunciare ai più grandi tornei in nome dei suoi ideali sul vaccino.

La sua potenziale presenza a Indian Wells ha così scatenato una feroce polemica sui social da parte di molti appassionati di tennis, che giudicano incoerente il comportamento di Djokovic e dell’organizzazione stessa.

Social spaccati in due: Pro vs Contro Novak Djokovic

L’inserimento di Djokovic nel tabellone principale del primo master 1000 dell’anno ha spaccato completamente i social in due fazioni. C’è chi si chiede per quanto tempo debba andare avanti ancora questo “circo”, c’è chi invece sostiene con forza che Djokovic debba rispettare le regole che i vari stati impongono senza esenzioni.

“Perché stiamo ancora facendo questo? Novak Djokovic non soddisfa le linee guida necessarie per entrare negli Stati Uniti, quindi non dovrebbe essere nel sorteggio degli Indian Wells. O naturalmente il tennis può rendere qualcosa di semplice inutilmente complicato” ha scritto un’utente.

Ancora più duri i commenti di altri due appassionati contro il tennista serbo.

“Almeno ha ottenuto l'attenzione che evidentemente brama” ha twittato un utente. “Per tutto il fascino di Djokovic e del suo modo di giocare, il ragazzo semplicemente non capisce. Ha bisogno di smetterla con il dramma e di cercare di aggirare le regole.

Non aiuta la sua reputazione o il suo gioco ad essere onesti. Mi chiedo se questo ha avuto un impatto sulla sua rottura di coaching” ha scritto un altro.

Qualcuno sostiene che l’ingresso di Djokovic privi altri giocatori (nel caso specifico il qualificato Joao Sousa) della possibilità di prendere parte al torneo nonostante gli sforzi compiuti per qualificarsi, accusando il 20 campione slam di egoismo o presunzione.

“Come molti hanno menzionato, Novak Djokovic finge di essere un "campione" per i giocatori di bassa classifica e combatte per i loro interessi, ma si rifiuta di ritirarsi e quindi ha un impatto sulle liste di entrata del main draw e sui sorteggi di qualificazione.

L’ unico interesse che salvaguarda è il suo” è stata una delle accuse rivolte al serbo. “Sta influenzando negativamente le qualificazioni” grida un altro.

In soccorso del campione serbo sono accorsi i suoi fan, che hanno risposto a chi lo accusava di incoerenza per aver dichiarato di essere disposto a rinunciare a partecipare a molti tornei pur di non vaccinarsi.

“[Novak Djokovic] risulta aver preso il virus, non una ma due volte! Avrebbe acquisito una robusta immunità naturale. Ha giocato un torneo a Dubai il mese scorso. Non credo che abbia innescato un picco di casi o che qualcuno sia morto di conseguenza.

Il tennis sta perdendo a causa di una politica ridicola!” ha scritto un fan. “Se si potesse trovare un modo per giocare all'interno delle regole, perché no. Prova tutte le opzioni possibili e se tutto è chiuso non giocare.

Semplice come questo. A tutti i “trollatori”: Ha detto che è disposto a saltare i tornei se "non gli è permesso giocare", se gli è permesso giocare perché no?” ha twittato un altro.

C’è infine chi ha difeso a spada tratta il proprio “re”. “La gente nei QT sta piangendo come sempre. Il mio re è indifferente. Continuate a piagnucolare. Non gioca e lo sappiamo tutti. Ma è bello vedere che tutti voi ottenete dei like a suo nome”.