Indian Wells, la presenza sospetta di Novak Djokovic sul "muro" del torneo



by   |  LETTURE 3528

Indian Wells, la presenza sospetta di Novak Djokovic sul "muro" del torneo

La presenza di Novak Djokovic ad Indian Wells è un mistero che si infittisce. Il tennista serbo è ancora presente nell’entry list del torneo californiano, anche se non può parteciparvi: seguendo le leggi del governo statunitense, il numero due del mondo non può entrare nel Paese a stelle e strisce perché non si è vaccinato contro il Covid19.

A seguito dei fatti avvenuti in Australia, Novak Djokovic ha rilasciato un’intervista alla BBC in cui dichiarava di non essere vaccinato e che non aveva intenzione di vaccinarsi. Con questa affermazione, il numero due del mondo sapeva le conseguenze che avrebbe affrontato in merito alla programmazione di questa stagione.

"Ad oggi no, non posso andare, non posso entrare negli Stati Uniti", aveva detto Djokovic. "Ad oggi non posso giocare. Ma vediamo cosa succede. Voglio dire, forse le cose cambieranno nelle prossime settimane". Stesso ragionamento fatto per Indian Wells si applicherà anche al Miami Open, altro torneo in cui il numero due del mondo risulta iscritto, ma cui difficilmente potrà accedere.

Sebbene la sua presenza sia in forte dubbio, Djokovic non si è ancora ritirato ufficialmente dal torneo. Ci ha pensato, tuttavia, il muro del torneo di Indian Wells a considerarlo fuori dai giochi. In un muro chiamato “We miss you” ("Ci mancate"), sono raffigurate le persone che saranno assenti dal BNP Paribas Open: da Roger Federer a Serena Williams, da Ashleigh Barty a Juan Martin del Potro.

Con loro, però, c’è anche Novak Djokovic, tuttora presente nella lista di giocatori del torneo.

La presenza di Djokovic al Roland Garros

L’assenza di Novak Djokovic nei tornei statunitensi sembrerebbe scontata, mentre nuove possibilità si sono aperte in Europa.

Il tennista serbo, infatti, potrebbe partecipare al secondo Grande Slam della stagione: il Roland Garros. Il governo francese ha deciso di ritirare il pass vaccinale, motivo per cui Djokovic potrebbe tornare a difendere il titolo vinto lo scorso anno contro Stefanos Tsitsipas.

Analogo ragionamento potrebbe applicarsi anche al Monte Carlo Masters, ma la sua partecipazione nei tornei di terra battuta non sono stati ancora decisi.