Novak Djokovic, rivelato il suo piatto vegano preferito e la sua routine a Marbella



by   |  LETTURE 18167

Novak Djokovic, rivelato il suo piatto vegano preferito e la sua routine a Marbella

In un recente articolo pubblicato su El Pais, si è parlato dettagliatamente dell’amore di Novak Djokovic verso la città di Marbella e delle sue preferenze gastronomiche. Il campione serbo, come è noto, è vegano e quindi segue una dieta rigorosamente a base vegetale.

Il 34enne nativo di Belgrado, nella città spagnola, ha fatto costruire una villa extra-lusso dove passa molto tempo durante l'anno. La decisione di spostarsi lì è dovuto al fatto che Marbella è una città calda e questo aiuta Djokovic a prendere confidenza con quel determinato clima che poi durante il corso della stagione tennistica trova praticamente in quasi tutti i tornei.

La caffetteria del tennis club spagnolo vanta nel suo menu diverse pietanze quali prodotti verdi, frutta, spinaci, pitahaya, chia, avocado, granola fatta in casa, sciroppo d'acero, açai, zenzero, latte di mandorle, latte di cocco.

Tuttavia, secondo uno dei dipendenti, il piatto preferito di Djokovic dal menu vegano è la torta di banane, che è fatta senza zucchero.

I dipendenti della struttura parlano benissimo di Djokovic

Il dipendente di questa caffetteria, però, ha ammesso di essere un fan di Roger Federer, ma ha riconosciuto che Djokovic è il migliore di tutti: “Tifo Federer, anche se Novak è il migliore di tutti”.
Un altro lavoratore del tennis club di Marbella invece ha difeso Nole sulla scelta di non vaccinarsi: "Con tutta la questione dei vaccini, la gente gli è saltata addosso.

Non capisco, davvero. Credo che la libertà di tutti debba essere rispettata”. "Qui può muoversi in tutta tranquillità", ha spiegato chi si occupa di preparare il tutto nel club. Secondo questa persona, il serbo è un uomo molto semplice, molto corretto, semplice ed educato nonché umile e lavoratore
"È un ragazzo normalissimo.

Vediamo, è un tennista, e si sa che quando sono da soli, i tennisti sono nel suo mondo. Quando viene ad allenarsi è concentrato, consapevole della sua routine, ma quando fa solo una passeggiata qui intorno si comporta come un altro membro del club. Di solito viene con i suoi figli a giocare a paddle".