Le parole di Novak Djokovic e Marian Vajda dopo la separazione



by   |  LETTURE 3905

Le parole di Novak Djokovic e Marian Vajda dopo la separazione

Novak Djokovic e il suo allenatore Marian Vajda hanno deciso di separarsi. Dopo quindici anni insieme e numerosi titoli del Grande Slam, i due hanno deciso di porre fine al loro rapporto dopo le ATP Finals dello scorso anno.

Sasa Ozmo di Tennis Majors ha riportato le dichiarazioni del numero due al mondo su questo cambiamento. "Marian è stato al mio fianco durante i momenti più importanti e memorabili della mia carriera", ha dichiarato Novak Djokovic in una nota pubblicata dal giornalista di Sport Klub.

"Insieme abbiamo raggiunto alcune cose incredibili e sono molto grato per la sua amicizia e dedizione negli ultimi 15 anni. Anche se potrebbe lasciare il team professionistico, sarà sempre parte della famiglia e non posso ringraziarlo abbastanza per tutto quello che ha fatto ".

La nota è stata poi riportata dallo stesso Novak Djokovic tramite i suoi profili social.

Questo cambiamento, dettato da ragioni ancora sconosciute, non sposta gli equilibri del resto della squadra di Novak Djokovic: saldi al loro posto Goran Ivanisevic come capo allenatore, Ulises Badio e Miljan Amanovic come fisioterapisti del serbo e il preparatore atletico Marco Panichi.

Vajda: "Rimango il suo più grande supporto dentro e fuori dal campo"

Alle parole del tennista serbo, sono susseguite quelle dell’oramai ex allenatore di Djokovic, Marian Vajda. Seguendo i numeri attuali, lo slovacco è l’allenatore di maggior successo del tennis maschile.

Sempre in un nota rilasciata a Sasa Ozmo, l’ex allenatore di Novak Djokovic ha parlato del rapporto con l’ex numero uno al mondo e della sua crescita in questi anni, con un occhio, però, puntato già al futuro.

"Durante il mio periodo con Novak, sono stato fortunato a vederlo trasformarsi nel giocatore che è oggi", ha dichiarato Marian Vajda. "Guarderò indietro al nostro tempo insieme con immenso orgoglio e sono molto grato per il successo che abbiamo ottenuto.

Rimango il suo più grande supporto dentro e fuori dal campo e non vedo l'ora di affrontare nuove sfide", ha concluso l’allenatore serbo. Nelle sue dichiarazioni, Vajda apre la porta a “nuove sfide”, ma questo non esclude un possibile ritorno dell’ex allenatore nella squadra del serbo: come nel 2017, quando si allontanò dalla squadra per fare ritorno nel 2018.