Novak Djokovic: "Non ho bisogno del vaccino e non sono una minaccia per gli altri"



by SIMONE BRUGNOLI

Novak Djokovic: "Non ho bisogno del vaccino e non sono una minaccia per gli altri"

Dal nostro inviato a Dubai – Novak Djokovic non ha potuto difendere il titolo agli Australian Open per la ben nota questione vaccinale. Il numero 1 del mondo ha cercato di entrare in Australia con una valida esenzione medica, ma ha trovato l’opposizione del governo federale.

Benché avesse vinto il primo ricorso davanti al giudice Anthony Kelly per un vizio procedurale, il serbo è stato ‘colpito’ dal potere discrezionale esercitato dal ministro dell’Immigrazione Alex Hawke.

Quest’ultimo ha deciso di rispedirlo a casa per motivi di ordine pubblico, generando una valanga di polemiche. I tre giudici della Corte Federale hanno confermato l’ordine di revoca del visto e Nole ha lasciato l’Australia a poche ore dall’inizio dell’Happy Slam.

Come se non bastasse, il 34enne di Belgrado ha dovuto assistere alla vittoria del suo eterno rivale Rafael Nadal a Melbourne Park. La scelta di non vaccinarsi rischia di condizionare pesantemente la stagione di ‘Djoker’, viste le ultime indiscrezioni provenienti dalla Francia e dagli Stati Uniti.

Nel corso di una lunghissima intervista a L’Equipe, il 20 volte campione Slam ha ribadito la sua posizione sul vaccino anti Covid-19.

Djokovic ribadisce la sua posizione

“Sulla base delle informazioni raccolte sul vaccino, ho deciso di non farlo.

Questa è la mia posizione. Potrebbe cambiare in futuro, ma per il momento è così. Non sento di averne bisogno per proteggere il mio corpo e non credo di essere una minaccia per gli altri. Che tu sia vaccinato o meno, puoi comunque trasmettere il virus.

Ci tengo a precisare che la mia mente è completamente aperta, tutto è possibile” – ha spiegato Djokovic. Nole si è sempre preso grande cura del proprio fisico: “Il mio corpo è il mio strumento.

Essendo un atleta professionista, devo curare ogni singolo dettaglio. Devo ringraziare il mio fisico se ho ottenuto così tanti successi durante la mia carriera. Sono alla continua ricerca della perfezione, voglio migliorare ulteriormente le mie prestazioni.

Questo è l’approccio che ho mantenuto per più di vent’anni”. Pare quasi certa la rinuncia del serbo ai Masters 1000 di Indian Wells e Miami.

Novak Djokovic Australian Open