Novak Djokovic rivela le sue intenzioni: "Gioco dove posso andare"



by LUCA FERRANTE

Novak Djokovic rivela le sue intenzioni: "Gioco dove posso andare"

Come ha gestito i momenti dopo il primo Grande Slam della stagione non disputato, il fattore mentale e le conseguenze della decisione di non vaccinarsi. Questi sono stati alcuni dei temi trattati da Novak Djokovic, a poche ore dal debutto nell'Atp 500 di Dubai.

Le sue parole in conferenza stampa

Il nativo di Belgrado è tornato a parlare nel corso del media day, che precede l'inizio ufficiale del torneo. Il numero uno al mondo ha spiegato cosa ha fatto dopo l'espulsione dall'Australia: "Per riprendere gli allenamenti probabilmente sono passati circa 10 giorni da quando ho fatto ritorno a casa.

Facevo un po' di cardio ogni giorno, gioco a tennis da due o tre settimane ormai, godendomi ogni momento sul campo. Amo questo sport e amo colpire con la racchetta. Ho una passione per questo sport e apprezzo ogni minuto che trascorro, lavorando e migliorando.

Sapendo che sarei venuto a Dubai, avevo un obiettivo in mente ed era più facile per me lavorare. Dopo gli AO, avevo molte cose per la testa e avevo bisogno di un po' di tempo per riposarmi" ha aggiunto. L'aspetto psicologico del serbo: "Era strano quello che è successo.

Ero molto deluso e triste per il modo in cui ho dovuto lasciare il Paese. Ma una volta che mi sono ripreso mentalmente, emotivamente e fisicamente, non ci è voluto molto iniziare ad allenarmi in campo e programmare con la mia squadra un piano.

Ora sono ancora più motivato e ispirato a scendere in campo e giocare il mio miglior tennis" ha dichiarato, mandando un messaggio di avvertimento alla concorrenza. Il rapporto attuale con gli altri tennisti: "La maggior parte dei giocatori che ho incontrato mi ha accolto bene, in modo caloroso.

Non posso dire che sia successa la stessa cosa in terra oceanica" ha sottolineato. Il suo calendario subirà di certo delle importanti variazioni: "Qualunque sia il torneo cercherò di entrare nel Paese e giocare.

Non pretendo di fare un calendario completo. Sapete che ho sempre cercato di dare il meglio di me nei Grandi Slam e in alcuni Masters 1000. Quelle competizioni sono le mie più grandi motivazioni. Ora la situazione è cambiata, realmente non posso scegliere. Fondamentalmente giocherò dove posso andare" ha concluso.

Novak Djokovic