Il biografo di Novak Djokovic sorprende: "Penso che Djokovic si sia vaccinato"



by   |  LETTURE 2853

Il biografo di Novak Djokovic sorprende: "Penso che Djokovic si sia vaccinato"

È stato il caso mediatico e giudiziario del mese di gennaio, quello che ha coinvolto Novak Djokovic. Il tennista serbo era arrivato in Australia per partecipare agli Australian Open in virtù di un’esenzione medica.

Appena arrivato all’aeroporto, tuttavia, Djokovic è stato bloccato, interrogato dalla polizia di frontiera e, successivamente, portato in un hotel della città, dove è solito portare le persone che vogliono entrare in terra australiana, in attesa di potersi allenare in vista del Grande Slam.

Il resto della storia è noto a tutti, tifosi di tennis e no. Da quello che si evince dalla sentenza del tribunale federale di Melbourne, Djokovic è stato espulso dall’Australia perché di cattivo esempio per i giovani australiani, soprattutto con l’emergere della variante Omicron del Covid19.

Questo perché il numero uno del mondo aveva dichiarato, durante l’interrogatorio fatto dalla polizia di frontiera all’arrivo in terra australiana, che non era vaccinato. La vicenda che ha avuto luogo in Australia, tuttavia, potrebbe ripetersi.

Molti Paesi potrebbero richiedere ai tennisti professionisti di avere effettuali il ciclo vaccinale completo (a meno che di positività). Il governo francese, in vista del Roland Garros, ha stabilito che è necessario avere o le vaccinazioni oppure essere risultato positivo al Covid19 nei sei mesi antecedenti alla manifestazione sportiva.

La Francia, tuttavia, potrebbe essere solo un caso e potrebbero esserci dei tornei che contempleranno solo la prima ipotesi illustrata dal governo francese.

Daniel Müksch parla della vaccinazione di Novak Djokovic

Per evitare che si ripresentino problemi come quelli visti in Australia, Novak Djokovic potrebbe essere sottoposto alla vaccinazione Covid.

A riportarlo è Daniel Müksch, biografo del tennista serbo, che ha detto al media austriaco Heute: "Da quello che ho sentito dal suo ambiente, penso che si sia vaccinato”. Müksch parla anche dei motivi che avrebbero spinto Djokovic a fare il grande passo, ossia la vittoria del ventunesimo Grande Slam da parte di Nadal: “Forse la finale in Australia ha contribuito.

Potrebbe essere che i 21 Grandi Slam di Rafa Nadal lo stanno spingendo a farlo”, ha dichiarato il biografo. Vaccinazione o non vaccinazione, Novak Djokovic è atteso a Dubai per il Dubai Tennis Championships, che si terrà dal 14 al 26 febbraio.

Per partecipare al torneo, non è necessaria la vaccinazione, ma è sufficiente l’esenzione medica mostrata all’arrivo a Melbourne.