Guadalupe sulla vaccinazione di Novak Djokovic:"Diamo valore alla libertà personale"



by   |  LETTURE 6339

Guadalupe sulla vaccinazione di Novak Djokovic:"Diamo valore alla libertà personale"

Gli Australian Open continuano spediti verso la finale di domenica, con i quarti di finale già definiti, che vedono Berrettini e Sinner impegnati rispettivamente contro Gael Monfils e Stefanos Tsitsipas. Oltre agli eventi di campo, le vicende extracampo che riguardano il grande assente della competizione, il numero uno del mondo Novak Djokovic, tengono ancora banco, oltre una settimana dopo dalla sua esclusione dal primo slam dell’anno.

La nota marca di orologi Hublot, sponsor del tennista serbo, ha rilasciato una dichiarazione per spiegare quale decisione prenderanno nei confronti del numero uno del mondo dopo la sua espulsione dall'Australia per non essere vaccinato contro il coronavirus.

Ricardo Guadalupe: “Diamo valore alla libertà personale”

Dopo che qualche giorno fa alcuni tra gli sponsor di Novak Djokovic quali RBI e Hublot avevano confermato che gli accordi col tennista serbo sarebbero rimasti alterati, il famoso marchio di orologi ha rilasciato alcune dichiarazioni a riguardo.

Il direttore del marchio Ricardo Guadalupe, come citato da MD, si è espresso così sulla partnership: “Stiamo aspettando di vedere qual è la posizione riguardo a tutto ciò che ha vissuto in Australia durante quei giorni”.

Il direttore di Hublot ha poi aggiunto un commento sullo stato di vaccinazione del tennista serbo, spiegando come la decisione di vaccinarsi sia libera e che non incide sulla loro collaborazione. “La decisione di essere vaccinati o no dipende da voi.

Diamo valore alla libertà personale, ognuno può decidere cosa vuole fare, uno può essere a favore e altri contro. Questa è la nostra posizione in questo caso” ha detto Guadalupe. Se come detto Hublot e la banca tedesca RBI non interromperanno la loro partnership con Djokovic, il noto marchio di abbigliamento francese Lacoste ha dichiarato incerto il futuro che lega il tennista serbo al proprio marchio.

Altri noti brand quali Asics, Head, Lemero, NetJets, Peugeot e Ultimate Software Group, tutti sponsor del numero uno del mondo, non hanno rilasciato alcuna dichiarazione riguardo al loro rapporto futuro con Djokovic.