Zverev controcorrente: il tedesco difende ancora Novak Djokovic



by   |  LETTURE 4956

Zverev controcorrente: il tedesco difende ancora Novak Djokovic

Il primo Grande Slam è alle porte. Sebbene la vicenda Djokovic abbia monopolizzato l’attenzione dei media, la verità è che tra pochissimi giorni avrà inizio il primo appuntamento importante della stagione tennistica, gli Australian Open.

Per questa occasione, diversi giocatori si sono presentati in conferenza stampa, nel Media Day, tra cui Alexander Zverev. Il tennista tedesco ha parlato di questi Australian Open, del favorito alla vittoria del torneo e della vicenda Djokovic.

Alexander Zverev è concentrato sul suo secondo appuntamento di questa nuova stagione, gli Australian Open: "Non vedo l'ora di giocare ora. Siamo molto felici di tornare in Australia e giocare di nuovo qui. È un nuovo inizio di stagione e tutti i tennisti vogliono iniziare la stagione nel miglior modo possibile.

Mi godrò ogni partita che gioco in campo" Sebbene ci siano ancora dubbi sulla sua partecipazione al primo Grande Slam della stagione, Novak Djokovic rimane il favorito, anche per Zverev: "Ovviamente. Novak ogni torneo che gioca è il favorito, soprattutto su questa superficie e in questo torneo dove ha vinto nove volte.

Penso che ci siano molti altri tennisti che hanno mostrato buoni risultati qui a Melbourne. Medvedev, Tsitsipas e persino io stesso”. Non solo Djokovic, anche un altro giocatore dei Big Three rimane in corsa per il titolo: “Mi sono allenato con Rafa un giorno e la verità è che lo vedo anche ad un buon livello.

Anche così, ci sono tanti tennisti che possono sorprenderci tutti e proclamarsi campioni del torneo"

Alexander Zverev commenta la vicenda di Novak Djokovic

Il tema principale rimane la vicenda Djokovic: "Non so quale sia la percezione dei tifosi.

So che nello sport senti che Djokovic è uno dei migliori atleti di tutti i tempi. Ha vinto 20 Grandi Slam, ha raggiunto il record per la maggior parte delle settimane come numero uno al mondo, ha più Masters 1000 di chiunque altro.

Per me è uno dei migliori atleti di tutti i tempi. Non è un bene che stia succedendo per lui o per tutti. Tuttavia, non possiamo mettere in discussione la sua eredità a causa di questo incidente" Il tennista tedesco parla anche dei suoi contatti con Djokovic in questi giorni: "Gli ho parlato un giorno e gli ho mostrato tutto il mio supporto.

Il suo telefono probabilmente non è acceso. Neanch'io sono stato molto in contatto con lui. Ieri sera pensavamo tutti che avrebbe giocato il torneo; vedremo come andrà a finire." Zverev è uno dei tennisti che ha preso le difese del suo collega serbo: "Non siamo informati al 100% di tutto ciò che accade.

Aveva un visto, vero? Non credo che avrebbe viaggiato qui senza pensare di non avere possibilità di giocare. Il fatto di essere Novak Djokovic, la gente crede che abbia una serie di privilegi che gli altri non hanno.

So che ci sono stati altri giocatori che hanno chiesto l'esenzione. Ad esempio, il giocatore che doveva andare nel suo Paese. Non so abbastanza su questo argomento, davvero, ma penso che se non fosse Djokovic, questo non sarebbe un grande dramma.

Non posso commentare il resto perché non sono un politico, ma posso dire che non è giusto che una persona venga qui e non possa giocare”.