Novak Djokovic, non è finita: per la decisione finale bisognerà attendere domenica



by   |  LETTURE 3504

Novak Djokovic, non è finita: per la decisione finale bisognerà attendere domenica

Per conoscere il destino di Novak Djokovic in Australia bisognerà attendere domenica. Dopo una quarantina di minuti di pausa, Il giudice Anthony Kelly – che aveva aggiornato la seduta - ha infatti ordinato agli avvocati del serbo di archiviare e notificare richiesta formale e affidavit nel minor tempo possibile.

Salvo colpi di scena, non dovrebbero esserci nuovi tentativi di espulsione da parte del governo prima della fine dei dibatti. O quanto meno, questa la seconda richiesta del giudice australiano. Cosa sappiamo quindi? Djokovic verrà interrogato alle ore 08:00 di sabato mattina (le ore 22:00 in Italia) per poi essere trasportato dai funzionari dell’immigrazione nei suoi uffici legali nella fascia oraria 10:00/14:00.

Verosimilmente dopo il colloquio, il serbo dovrebbe essere detenuto in un luogo concordato dalle parti come affermato dal giudice Kelly. Dalle ore 09:00 di domenica (ovviamene le ore 23:00 nel nostro Paese) il numero uno sarà nei suoi studi legali per l’udienza in tribunale.

A supervisionare il tutto due ufficiali dell’ABF: come nel primo caso tutto visibile in videolink.

Come era iniziata la giornata

Ricordiamo che la giornata era iniziata con la decisione del ministro dell’immigrazione Alex Hawke a cui aveva ovviamente fatto seguito il ricorso di Djokovic.

“"Oggi ho esercitato il mio potere ai sensi dell’articolo 133C(3) della legge sulla migrazione di annullare il visto di Novak Djokovic per motivi di salute e buon ordine, sulla base del fatto che ciò fosse nell’interesse pubblico.

Questa decisione arriva dopo le ordinanze del Circuito federale e del tribunale della famiglia del 10 gennaio 2022 che ha annullato una precedente decisione per motivi di equità procedurale. Nel prendere questa decisione, ho considerato attentamente le informazioni fornitemi dal Dipartimento degli affari interni, dall’Australian Border Force e dal signor Djokovic.

Il governo Morrison è fermamente impegnato a proteggere i confini dell’Australia, in particolare in relazione alla pandemia di Covid” la comunicazione. Photo Credit: Getty Images