Australian Open, è ufficiale: arriva la decisione su Novak Djokovic



by   |  LETTURE 9739

Australian Open, è ufficiale: arriva la decisione su Novak Djokovic

Importanti aggiornamenti sulla questione relativa al numero uno al mondo Novak Djokovic. Il tennista serbo, nonostante finora ancora debba debuttare in questa stagione 2022 si è preso tutto il palcoscenico suo malgrado ed ora, dopo giorni e settimane di attesa, è arrivata la sentenza definitiva.

Nonostante sia stato addirittura sorteggiato nel tabellone principale Novak Djokovic non parteciperà agli Australian Open 2022, il Ministro dell'immigrazione Hawke ha cancellato visto di Novak Djokovic che deve dire cosi addio ai suoi sogni di gloria.

Nelle ultime settimane Nole ed i suoi fan, oltre a tutto il popolo australiano, ha vissuto diversi momenti di ansia ed attesa ma alla fine si è optato per questa decisione. Il Ministro dell'immigrazione Alex Hawke, dopo diversi giorni in cui ha valutato tutti gli effetti di questa decisione, ha comunicato al mondo che Novak Djokovic non sarà in Australia e di conseguenza non potrà partecipare al torneo.

Nole non potrà cosi difendere il titolo e dovrà almeno rimandare i suoi sogni di gloria per il ventunesimo titolo del Grande Slam.

Il comunicato di Hawke su Novak Djokovic

Attraverso il cosiddetto 'Full Statement' il Ministro dell'immigrazione australiana Alex Hawke ha affermato: "Oggi utilizzo il mio potere per cancellare il visto del signor Novak Djokovic, sulle basi di quello che è successo negli ultimi giorni e del pubblico interesse Australiano.

Con questo comunicato tendo ad avvisare di questa mia decisione il Dipartimento degli affari interni, le forze australiane ed infine il signor Novak Djokovic. Con la pandemia in atto è fondamentale per noi proteggere tutti i cittadini australiani, in relazione all'ormai noto Covid-19"

Non è stata quindi ritenuta credibile la versione del numero uno al mondo che giorni fa aveva additato ad errori umani la sua versione sbagliata dove affermava di non aver viaggiato negli ultimi 14 giorni (in realtà non è andata cosi) e il Ministro Hawke non ha gradito il suo avvisare solo in extremis la sua positività al Coronavirus. Salta quindi la prima testa di serie nel torneo, Djokovic deve dire addio all'Australia.