Caso Novak Djokovic, Boris Becker: "Il padre Srdjan dovrebbe pentirsi"



by   |  LETTURE 7033

Caso Novak Djokovic, Boris Becker: "Il padre Srdjan dovrebbe pentirsi"

Sul caso di Novak Djokovic, che sta interessando e occupando la scena del tennis già da diverse settimane, la famiglia dell’atleta è stata uno dei protagonisti assoluti della vicenda. Forti e sempre dure le dichiarazioni rilasciate dal padre, dal fratello e dalla madre del giocatore, che non hanno affatto accettato la situazione che ha affrontato nei giorni scorsi il loro Nole.

Il serbo, in attesa dell’inizio del processo di lunedì, è stato costretto a trascorrere diverse giornate in un hotel con tanti disagi legati al cibo e alla struttura in sé. A tutti i componenti non è piaciuto nemmeno il trattamento riservato al 34enne nativo di Belgrado e in più momenti ci hanno tenuto a precisarlo e rimarcarlo.

Le critiche di Becker

L’ex tennista tedesco Boris Becker è stato particolarmente attivo negli ultimi giorni sulla vicenda accaduta al numero uno del mondo. Durante il podcast “Das Gelbe vom Ball” di Eurosport Germany il vincitore di sei titoli del Grande Slam nel corso della sua carriera è tornato a parlare della situazione: “Ci sono molte cose che sono andate storte.

La domanda sarebbe: ‘Chi era il cattivo?’ Il pubblico pensa che sia Novak. A volte sbaglia anche lui, ma ha portato tutti i documenti che gli chiedevano” ha dichiarato. Poi ha proseguito: “La verità è che nessuno dovrebbe obbligarti a dire a un estraneo se sei malato da due anni o se hai passato qualcosa la settimana scorsa.

Dovrebbe essere consentita un po' di privacy. Si può dire che lui ha un ruolo speciale e deve fare da esempio, questo è vero. Ma, nonostante tutto, è la sua vita e la sua decisione e tutti dobbiamo rispettarla”.

Sulle dichiarazioni della famiglia: “Penso che suo padre abbia oltrepassato il limite. Penso che debba pentirsi di alcune delle cose che ha detto quattro o cinque giorni fa. Le parole della famiglia non credo siano particolarmente utili a Djokovic. I suoi genitori sono molto emotivi, e anche suo fratello, ma non è sempre comprensibile” ha concluso.