Joao Sousa attacca Novak Djokovic: le accuse del tennista portoghese



by   |  LETTURE 20412

Joao Sousa attacca Novak Djokovic: le accuse del tennista portoghese

Sono numerosi i tennisti che hanno deciso di esporre la propria sul caso Novak Djokovic. La partecipazione del serbo, che ha ammesso di aver compiuto alcuni errori nei giorni che hanno preceduto la sua partenza verso Melbourne, alla prossima edizione degli Australian Open è in forte dubbio e il Ministro dell’immigrazione australiano Alex Hawke non si è ancora espresso per valutare tutti i documenti con attenzione.

Dopo le accuse mosse da Marton Fucsovics nei confronti di Djokovic, anche Joao Sousa si è mostrato piuttosto critico in un’intervista esclusiva rilasciata a “Bola Amarela” .

Joao Sousa attacca Novak Djokovic

“Djokovic ha i suoi ideali, ma quello che sta succedendo non va bene per il mondo del tennis.

Posso provare a mettermi nei suoi panni e capire cosa stia passando in questo momento. Rispetto il fatto che combatta per ciò in cui crede, ma si tratta di un atteggiamento egoistico nei confronti dei suoi colleghi. Molti tennisti, non io, non volevano vaccinarsi e lo hanno fatto per poter giocare.

Erano le regole; regole che Djokovic è riuscito ad aggirare. È l’unico giocatore non vaccinato ad aver raggiunto Melbourne. Per tutti gli altri tennisti non è una decisione facile da accettare. Ripeto, capisco che stia difendendo i suoi ideali.

Dobbiamo accettare la decisione del Governo, ciò che conta è che tutto vada bene” . Sousa ha raggiunto il turno decisivo nel torneo di qualificazioni degli Australian Open vincendo due ottime partita. All'esordio ha battuto il talento francese Manuel Guinard con il punteggio di 6-3, 6-2; mentre al secondo turno ha sconfitto in rimonta il giocatore di casa Marc Polmans.

Sousa dovrà ora battere la concorrenza di Radu Albot per guadagnare l'accesso al main draw del primo Slam del 2022. "E' stata una bella partita per me, ho espresso un ottimo livello di gioco" , ha detto Sousa al termine del suo ultimo incontro.

"Non è sempre facile iniziare bene un torneo, soprattutto uno Slam, anche se si parla di qualificazioni. Ho affrontato un rivale pericoloso, che colpisce la palla forte e serve bene, quindi sono molto contento. Sono riuscito a superare tutte le avversità” .