Novak Djokovic, in Australia rinviano l'esito del verdetto



by   |  LETTURE 5924

Novak Djokovic, in Australia rinviano l'esito del verdetto

Il futuro del numero uno al mondo Novak Djokovic è ancora in forte bilico. Il tennista serbo è in attesa di conoscere la decisione del Ministro dell'immigrazione australiano Hawke che dovrà decidere se lasciare Nole in Australia o rifiutarlo e mandarlo nuovamente nel suo paese.

Milioni di appassionati di tennis ed in generale tutto il mondo dello sport è in attesa per conoscere cosa accadrà e se Novak Djokovic verrà 'graziato' Ciò che è accaduto nelle ultime ore però, come riportano fonti australiane, non fa altro che ritardare la decisione del Ministro che sta valutando tutti i più piccoli dettagli per decidere se Nole merita di restare o meno e poter quindi partecipare al primo torneo del Grande Slam dell'anno.

Le ultime su Novak Djokovic

Nelle ultime ore sono arrivati nuovi dettagli che potrebbero ulteriormente complicare la vicenda relativa al numero uno al mondo. Mediante un post social Nole ha infatti dichiarato di aver commesso un errore (come può capitare ad ogni umano a suo dire) nella compilazione dei documenti di viaggio, lasciando quest'ultima al suo staff ed omettendo quindi il suo viaggio dalla Serbia a Marbella (viaggio chiaro attraverso i suoi social network).

Oltre a questo e cosa forse ancora più grave ha ammesso di aver effettuato un'intervista ai colleghi dell'Equipe nonostante la consapevolezza di essere positivo al Coronavirus. Nole ha spiegato: "Ero asintomatico ma mi sentivo bene, ho ricevuto la notizia della positività solo dopo l'incontro con i bambini, ma il giorno successivo, il 18 Dicembre, ho cancellato tutti gli eventi tranne l'intervista con L'Equipe, mi sentivo quasi obbligato ad andare avanti e sono stato ad una giusta distanza quando il fotografo ed il giornalista mi parlavano, poi però devo ammettere che, dopo, nel periodo di isolamento a casa, mi sono reso conto di aver commesso un errore di giudizio e che dovevo rinviare quell'incontro"

Una vicenda che ha ancora punti oscuri e per questo motivo il Ministro dell'immigrazione si sta prendendo tutto il tempo necessario per chiarire questa ormai annosa vicenda.