Caso Novak Djokovic, il fratello Djordje: "Il più grande scandalo diplomatico"



by   |  LETTURE 6729

Caso Novak Djokovic, il fratello Djordje: "Il più grande scandalo diplomatico"

La famiglia Djokovic non accetta assolutamente come si sta trattando Novak in Australia, in attesa del processo giudiziale che deciderà se il tennista potrà partecipare all’edizione 2022 degli Australian Open.

I serbi hanno gridato allo scandalo per le condizioni in cui è costretto a trascorrere le giornate il numero uno al mondo e per la situazione che si è creata. Il Governo federale gli ha cancellato il visto e lo ha bloccato in un hotel non proprio confortevole, in cui sono state rese pubbliche immagini anche di insetti nel cibo e un’altra serie di disagi che sta affrontando il 34enne nativo di Belgrado.

Le ultime dichiarazioni della famiglia Djokovic

Anche il Djordje Djokovic, fratello del tennista vincitore di 20 titoli del Grande Slam, si è espresso in maniera ancora più dura sulla vicenda, attaccando direttamente le autorità australiane in una conferenza stampa tenuta a Belgrado: “Novak e il suo team non hanno avuto modo di contattare i federali.

È stato trattato come un criminale mentre è un uomo sano e rispettabile, uno sportivo che non ha messo in pericolo la vita di nessuno e non ha commesso alcun reato federale o legale” ha dichiarato. Poi l’attacco al primo ministro australiano Scott Morrison: “Ti stai comportando secondo i tuoi principi, che non hanno nulla a che fare con noi e i nostri principi.

Noi siamo umani e tu non lo sei” ha concluso, sottolineando come secondo lui sia “il più grande scandalo sportivo e diplomatico”. Nelle scorse ore, attraverso un tweet nel giorno di Natale ortodosso, ha parlato anche la moglie Jelena: “Grazie a tutti voi che state facendo sentire l'amore per mio marito.

Sto cercando di respirare profondamente per mantenere la calma e cercare di comprendere quello che sta accadendo. Credo che l'unica legge che tutti debbano rispettare, attraverso qualunque confine, sia quella dell'amore e del rispetto per gli esseri umani.

Amore e perdono non sono mai un errore ma una grande forza" ha scritto. Le affermazioni della moglie e del fratello sono state seguite anche dal padre, che non è stato assolutamente in silenzio sul caso Novak Djokovic, che continua a essere fra i temi più discussi e trattati al mondo.