Craig Tiley su Novak Djokovic: "I prossimi giorni saranno decisivi"



by   |  LETTURE 5612

Craig Tiley su Novak Djokovic: "I prossimi giorni saranno decisivi"

Benché la stagione 2022 sia già iniziata, non è ancora chiaro se Novak Djokovic parteciperà o meno agli Australian Open. Il primo Slam dell’anno comincerà lunedì 17 gennaio e ci si domanda se il numero 1 del mondo volerà a Melbourne nei prossimi giorni.

Dopo aver rinunciato all’ATP Cup, il fuoriclasse serbo si sta allenando sul cemento di Marbella in attesa che venga resa nota la sua decisione. Il 34enne di Belgrado si è aggiudicato gli AO per ben nove volte, oltre ad essersi imposto nelle ultime tre edizioni.

Se dovesse agguantare il decimo trofeo ‘Down Under’, Nole scavalcherebbe per la prima volta i suoi eterni rivali Roger Federer e Rafael Nadal issandosi a quota 21 Major. Djokovic è reduce da un 2021 semplicemente formidabile, in cui ha riscritto il libro dei record per l’ennesima volta.

Novak ha sfiorato il leggendario ‘Calendar Grand Slam’, che avrebbe posto fine a qualsiasi dibattito relativo al più grande di sempre. Come se non bastasse, ha concluso l’anno in vetta al ranking ATP per la settima volta in assoluto (staccando il suo idolo Pete Sampras).

Intervistato da ‘9News Melbourne’, il direttore degli Australian Open Craig Tiley ha parlato della situazione di Djokovic.

Ancora incertezza su Djokovic

“Ci sono alcuni voli charter che arriveranno in Australia la prossima settimana” – ha rivelato Tiley.

“Dopodiché, tutti quanti i partecipanti agli Australian Open saranno qui. Per quanto riguarda Novak Djokovic, avremo un quadro molto più chiaro della situazione nei prossimi giorni. Una volta terminata la prossima settimana, sarebbe decisamente tardi per potersi presentare a Melbourne e giocare gli Australian Open” – ha aggiunto.

Tanti giocatori sono stati chiamati ad esprimersi sulla questione nei giorni scorsi. Alex de Minaur non si è tirato indietro: “Nessuno di noi sa cosa farà Djokovic. Tutti quanti vorrebbero che disputasse il primo Slam stagionale.

È una sua decisione, quindi possiamo soltanto aspettare”. Il numero 34 del mondo ha iniziato benissimo il suo percorso in ATP Cup, liquidando in due set Matteo Berrettini. L’australiano è parso già in eccellenti condizioni fisiche.