Matej Sabanov: "Novak Djokovic ci ha dato tutto"



by   |  LETTURE 4512

Matej Sabanov: "Novak Djokovic ci ha dato tutto"

Lo specialista del doppio Matej Sabanov ha rivelato come il numero 1 del mondo Novak Djokovic abbia aiutato lui e suo fratello a rafforzare la loro tenuta mentale in campo. I gemelli Matej e Ivan Sabanov sono due tennisti specializzati in doppio, che hanno giocato sotto la bandiera croata prima di decidere, nel novembre scorso, di cambiare la loro nazionalità.

I fratelli Sabanov si allenano spesso al Novak Tennis Centre e la generosità e la gentilezza del serbo li ha spinti a cambiare nazionalità. “Tutti sanno quanto Novak sia impegnato nella forza mentale. In questo senso, ci ha aiutato, stiamo lavorando su alcune cose fuori dal campo e penso che questo ci abbia portato dei progressi - meditazione, alimentazione corretta e vita sana in generale, tutto ciò che è importante per gli sport professionali”, ha detto Matej a Sport Klub.

I due gemelli hanno spiegato la loro decisione, raccontando quanto sia stato prezioso Nole per la loro maturazione. “Novak ci ha dato tutto. Ci ha dato le migliori condizioni possibili. Il sostegno di Novak Djokovic è qualcosa che non può essere descritto a parole.

È sempre stato il nostro modello e la persona che ammiriamo durante tutta la nostra carriera. Ogni suo consiglio è estremamente prezioso per le nostre carriere e siamo molto onorati di avere l'opportunità di imparare da un tale tennista.

Ci siamo allenati con lui, ci ha dato le migliori condizioni possibili e questo è ciò di cui avevamo davvero bisogno” ha spiegato Matej il mese scorso.

I gemelli Sabanov: l’arma in più per la Serbia

I fratelli Sabanov giocano solo in doppio e hanno conquistato il loro primo titolo ATP in aprile a Belgrado.

Secondo fonti croate, i due fratelli hanno deciso di cambiare nazionalità per avere la possibilità di giocare in doppio la Coppa Davis per la Serbia, in quanto in Croazia non avrebbero spazio per la presenza di grandi interpreti della specialità come Ante Pavić, Nikola Mektić, Ivan Dodig ecc.

Dopo la sconfitta in Coppa Davis in semifinale contro la Croazia, lo stesso Novak Djokovic aveva evidenziato la necessità per la sua nazione, per poter ambire a vincere, di trovare una buona coppia di doppisti. “Abbiamo provato.

Non ha funzionato. Ma abbiamo sicuramente bisogno di migliorare la nostra coppia di doppisti. Abbiamo bisogno di una squadra di doppio che giochi costantemente insieme, altrimenti sarà un monte Everest da scalare per noi ogni volta che giochiamo così” ha dichiarato Djokovic. E chi sa che proprio i gemelli Sabanov possano essere l’arma in più serba.