Radek Stepanek esalta Novak Djokovic: "Nel 2022 si consacrerà come il GOAT"



by   |  LETTURE 2205

Radek Stepanek esalta Novak Djokovic: "Nel 2022 si consacrerà come il GOAT"

Il 2021 di Novak Djokovic è stato straordinario. Il campione serbo ha dominato il circuito da cima a fondo, ha vinto ben tre titoli del Grande Slam ed è stato ad un passo dall'ottenere il Calendar Grande Slam perdendo solo in finale agli Us Open 2021, sconfitto in tre set dal russo Daniil Medvedev.

I numeri di Nole sono evidenti agli occhi di tutti e sono sempre più persone a pensare che il serbo sia il vero GOAT. Un ex tennista del circuito, il ceco Radek Stepanek, è tornato sulla questione Goat ed ha avuto parole di elogio per il campione serbo.

Le parole di Radek Stepanek su Novak Djokovic

L'ex tennista ha affrontato i Big Three ed ha vissuto in parte nella loro stessa epoca. Stepanek ha parlato ai microfoni dell'Express ed ha parlato cosi riguardo il campione serbo: "È incredibile quanto Novak Djokovic voglia diventare il migliore di tutti i tempi, io credo che riuscirà in questa impresa il prossimo anno dove potrà consacrarsi".

Stepanek ha motivato poi le sue parole affermando: "Sta cambiando i libri di storia in ogni torneo dello Slam, credo proprio che a breve dovrebbe diventare il tennista con più Slam della storia". Stepanek ha parlato del momento difficile legato agli infortuni ed in parte alle motivazioni di Djokovic nel 2017 dichiarando: "Sono molto contento che ha superato definitivamente quei problemi fisici e che è poi tornato il campione di un tempo".

Nel 2017 Djokovic ha sofferto di dolore al gomito e quella è stata una delle annate più difficili della sua carriera, anno dove non ha vinto Slam e dove ha raccolto davvero cocenti delusioni. Fra il 2017 e il 2018 Radek Stepanek ha fatto parte del suo staff di collaboratori e riguardo quel periodo Stepanek ha dichiarato: "Sono stati sette mesi molto interessanti perché lui viveva un periodo difficile della sua carriera ed in generale della sua vita ed era molto preoccupato per il suo infortunio al gomito.

In quel periodo non ha giocato nessun torneo con buona salute e siamo dovuti scendere più volte a compromessi. Poi si è operato ed è tornato prima del previsto ma questo ha creato complicazioni per il suo rientro al 100 %".