Rafa Nadal e Novak Djokovic i più efficaci in risposta: Jannik Sinner non è lontano



by   |  LETTURE 3433

Rafa Nadal e Novak Djokovic i più efficaci in risposta: Jannik Sinner non è lontano

La risposta, un colpo in cui i tennisti più forti fanno la differenza. Questo aspetto è emerso dalle statistiche riguardanti l’anno 2021 di tutti i migliori atleti, diffuse dall’Atp tour. Un dato che dimostra come Rafa Nadal e Novak Djokovic, due dei tre giocatori con al momento ben 20 titoli del Grande Slam in bacheca (l’altro è naturalmente Roger Federer), siano i punti di riferimento sotto questa speciale voce: neutralizzare l’efficacia e la potenza del servizio dell’avversario è un’arma di fondamentale importanza per portare lo scambio in proprio favore e vincerlo, ancora di più in questi anni in cui la battuta è diventata indispensabile per ottenere risultati soddisfacenti nei tornei.

Secondo le statistiche, relative alle 52 settimane, comprendendo tutti i match disputati da ogni giocatore e su ogni superficie, lo spagnolo è l’atleta più efficace in risposta del circuito, davanti proprio al numero uno del ranking mondiale (171.2), con un punteggio complessivo di 175.9.

Sul podio c’è anche l’argentino Diego Schwartzman, non lontano da Nole. Seguono il russo Daniil Medvedev e il talentuoso spagnolo Carlos Alcaraz, quinto. Federico Coria e l’iberico Roberto Bautista Agut precedono l’altoatesino Jannik Sinner, che ha mostrato anche nel corso del 2021 la sua grande abilità nel rispondere a qualsiasi tipo di servizio.

A chiudere la top ten lo svedese Mikael Ymer e il cileno Cristian Garin. Il tedesco, terzo della graduatoria, Alexander Zverev occupa la 17esima posizione, davanti al norvegese Casper Ruud, mentre il greco Tsitsipas si è piazzato 26esimo.

Interessante come i big server siano (naturalmente) molto indietro: bisogna scendere fino al 68esimo posto per trovare l’azzurro Matteo Berrettini; addirittura in fondo e dietro tutti gli statunitensi Reilly Opelka e John Isner.

I dati

Numeri davvero importanti quelli ottenuti da Rafa Nadal durante l’annata: il nativo di Manacor ha vinto il 36.1% di scambi dopo una prima di servizio del suo rivale. La percentuale sale al 56.7 con una seconda.

Lo spagnolo, in risposta, è riuscito ad aggiudicarsi il 36.9% dei games e sfruttato una palla break quasi una volta su due (46.2). Rispetto al re della terra rossa, il serbo ha avuto tutti dati inferiori, anche se può vantare molte partite in più disputate.