Berdych ricorda la sua vittoria contro Novak Djokovic a Wimbledon 2010



by   |  LETTURE 2701

Berdych ricorda la sua vittoria contro Novak Djokovic a Wimbledon 2010

Non è ancora chiaro se Novak Djokovic parteciperà o meno all’edizione 2022 degli Australian Open. Le autorità locali hanno sancito l’obbligo di vaccinazione per tutti i giocatori che vorranno entrare nel Paese, a meno che non sussistano buone ragioni per la mancata somministrazione della doppia dose.

Il numero 1 del mondo non ha mai voluto rivelare il suo stato di vaccinazione e si è sempre detto favorevole alla libertà di scelta. Benché compaia nell’entry list dell’ATP Cup e degli Australian Open, il 20 volte campione Slam non ha ancora confermato la sua presenza.

A Melbourne, il fenomeno serbo avrebbe la chance di superare Roger Federer e Rafael Nadal nella classifica all-time dei Major. Il 34enne di Belgrado si è aggiudicato l’Happy Slam per ben nove volte, oltre ad essersi imposto nelle ultime tre edizioni.

I suoi avversari più temibili sarebbero Daniil Medvedev e Alexander Zverev, grandi protagonisti nella seconda metà del 2021. Intervenuto nell’ultima edizione del podcast ‘Game To Love’, l’ex tennista ceco Tomas Berdych ha ricordato la sua impresa contro Nole a Wimbledon 2010.

Berdych ricorda la vittoria contro Djokovic

“È una di quelle vittorie che mi tornano spesso in mente” – ha confidato Berdych, che a Wimbledon 2010 ha raggiunto la sua prima e unica finale Slam. “Penso che tutto abbia funzionato alla perfezione quel giorno, ecco come sono riuscito a battere Novak Djokovic sul Centre Court.

Non dimenticherò mai le sensazioni che ho provato durante quel match” – ha aggiunto. Il ceco ha avuto la possibilità di scambiare qualche colpo con Emma Raducanu durante un evento dell’ATP Champions Tour.

“Ho scambiato qualche colpo con lei ed è stato davvero molto bello. Si vede che ama il tennis e che pretende molto da se stessa. Non sarà facile per lei gestire la pressione dopo l’exploit a New York, ma credo che abbia un futuro luminoso davanti a sé”.

Tomas ha parlato anche di Roger Federer: “Deve entrare nell’ottica che ogni partita potrebbe essere l’ultima alla sua età. Sta facendo tutto il possibile per rientrare nel circuito”.