Novak Djokovic, che attacco della senatrice: "Non me ne frega che..."



by   |  LETTURE 23250

Novak Djokovic, che attacco della senatrice: "Non me ne frega che..."

La presenza di Novak Djokovic agli Australian Open è ancora in bilico e restano tanti dubbi riguardo al suo status vaccinale. Il numero uno al mondo non ha voluto comunicare se ha effettuato il vaccino oppure no, ma in Australia vogliono assolutamente risposte.

Nelle ultime ore erano spuntate voci di una possibile esenzione medica per Nole, voci che subito sono state direttamente smentite. La senatrice della Tasmania Jacqui Lambie ha spiegato la situazione ai microfoni di The Today Show mostrando con decisione il proprio pensiero e chiarendo che la legge è uguale per tutti, anche per il nove volte campione e detentore in carica degli Australian Open.

Le parole della Lambie su Novak Djokovic

Nel corso della trasmissione la donna ha usato toni decisi chiudendo ogni possibile porta a situazioni che implicherebbero l'arrivo di Novak Djokovic a Melbourne senza vaccino.

Ecco le sue dichiarazioni: "Non so da dove escano queste voci sulla scappatoia, ma le regole sono chiare. O hai una doppia dose di vaccino oppure no, se non sei vaccinato con due dosi, come capita tra l'altro anche ancora a tanti australiani, non mi frega se sei il numero uno al mondo o meno, non puoi presenziare alla competizione"

Attorno alla situazione di Novak Djokovic è scoppiata in questi mesi un furioso dibattito e ancora oggi c'è chi difende o meno la situazione del venti volte vincitore di tornei del Grande Slam. A Melbourne Nole sarebbe senza dubbio il grande favorito e c'è attesa per la sua scelta: in caso di vittoria degli Australian Open 2022 Novak Djokovic raggiungerebbe quota 21 titoli del Grande Slam, staccando Roger Federer e Rafael Nadal e diventando cosi il tennista con più titoli dello Slam nella storia di questo sport.

Per gli Australian Open serve la doppia dose di vaccino, altre soluzioni non sono prese in considerazione e quindi Novak Djokovic e tutti gli altri atleti sono avvisati! Manca sempre meno all'avvento dei tennisti in Australia e non ci saranno sconti, intanto gli appassionati attendono novità e sono curiosi riguardo la scelta del numero uno al mondo.